Real Madrid umiliato dal Leganes, Zinedine Zidane: “O vinciamo la Champions o abbiamo fallito”

Pubblicato il 25 gennaio 2018 20:30 | Ultimo aggiornamento: 25 gennaio 2018 20:31
Real Madrid umiliato dal Leganes, Zinedine Zidane: "O vinciamo la Champions   abbiamo fallito"

Real Madrid umiliato dal Leganes, Zinedine Zidane: “O vinciamo la Champions o abbiamo fallito”. ANSA / CIRO FUSCO

MADRID (SPAGNA) –  Una stagione ormai quasi da dimenticare appesa solo al filo della Champions League. Il giorno dopo l’eliminazione in Coppa del Re ad opera del ‘piccolo’ Leganes, Zinedine Zidane fa mea culpa riferendosi ai tifosi e, allo stesso tempo, individua nel passaggio del turno europeo contro il Psg di Neymar e Cavani l’ultima chance di poter conservare la panchina delle merengues. ”Se mi gioco il posto con il Psg? È chiarissimo – rivela l’allenatore francese – È un fallimento ed è solo colpa mia”.

Ammissione da parte di Zidane che mette in chiaro la situazione di grave crisi in cui versa il Real Madrid che in caso di nuove sconfitte clamorose potrebbe anche decidere di sostituire l’ex giocatore della Juventus prima degli ottavi di finale di Champions. In questo caso in Spagna già si parla dell’ex giocatore delle merengues e attuale allenatore delle giovanili Guti come sostituto in attesa di soluzioni più ‘cosistenti’ da prendere in estate come Allegri, Loew o Pochettino.

”Per me è un fallimento, mi prendo tutte le responsabilità di quello che è successo. Non so se è il peggiore momento nella storia del Madrid – aggiunge Zidane – non mi interessa, devo essere positivo, dobbiamo scusarci con la gente, prendere la situazione in mano e rialzarci, perché il 2018 non è finito e dobbiamo giocare un partita di lega sabato e 14 febbraio arriva la Champions League”.

Un invito a rialzare subito la testa che sbarca sui social anche tramite le parole della condottiero in campo del Real Madrid Cristiano Ronaldo. ”Forza ragazzi – grida su twitter CR7 – abbiamo ancora molte battaglie da vincere”.

Alle esortazioni dell’asso portoghese si aggiungono le considerazioni di un altro grande del calcio lusitano ed ex allenatore del Real Madrid Jose Mourinho: ”Il Real Madrid in fiamme? Io sono il meno indicato – afferma l’attuale allenatore del Manchester United – a gettare benzina sul fuoco”.