Montella attacca Mertens: “Ha simulato. Se lo avesse fatto Chiesa…” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 Agosto 2019 17:23 | Ultimo aggiornamento: 25 Agosto 2019 17:23
Rigore Fiorentina Napoli Montella Mertens Chiesa video YouTube

Fiorentina-Napoli, il disappunto di Vincenzo Montella nei confronti dell’arbitraggio di Massa (foto Ansa)

FIRENZE – A poche ore dal termine di Fiorentina-Napoli, non cessano le polemiche per l’arbitraggio di Massa e per la simulazione di Mertens che è stata decisiva ai fini dell’assegnazione del calcio di rigore al Napoli. “Dispiace perché non meritavamo, per tanti episodi. Perché dobbiamo complicarci la vita? A fine primo tempo c’è un episodio di simulazione di Mertens, ma perché non vanno a vederlo? Non voglio sentire mai più nessuno dire che Chiesa è un simulatore. Non lo è, ora basta”: così ai microfoni di Sky l’allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella commenta il ko con il Napoli.

“Firenze è un campo ostico, un ambiente ostile. Dopo novanta minuti di insulti ho invitato le persone che me li facevano di andare a casa, che era ora.
    Ricevere insulti non fa piacere, purtroppo ci sono tanti ignoranti e dispiace”. Così ai microfoni di Sky Sport l’allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti. “L’inizio della partita è stato difficile, eravamo un po’ in ritardo nel pressing, ma siamo stati bravi nella gestione. Sono tre punti importanti. Abbiamo preso tre gol, ma ne abbiamo fatti quattro in trasferta. Se ci serve un attaccante? No, forse un difensore”.
    Quanto alle ambizioni dei partenopei, il tecnico ribadisce che “questa squadra può vincere. E’ forte e anche in un inizio non giocato bene ha mostrato grandissime qualità offensive. I quattro hanno dato fastidio e dobbiamo prenderci questa responsabilità. Insistiamo su quanto stiamo facendo. In allenamento la squadra mi dà soddisfazioni come poche altre”.

“Lozano può giocare a destra, dietro la punta, anche come centravanti e a volte a sinistra. Eravamo interessati a lui perché ci piacciono i giocatori completi. Non vogliamo specialisti, è un attaccante ma imprevedibile” dice Carlo Ancelotti. “Lozano – spiega – non è venuto a Firenze, deve allenarsi e risolvere delle questioni burocratiche, lo avremo dalla gara di Torino. Anche Milik è rimasto a Napoli, perché si è allenato poco da Ferragosto. Ad oggi ha ancora fastidio”.

A proposito di Milik, Ancelotti ha spiegato di aver parlato con il polacco dell’intenzione del Napoli di trovare un’altra prima punta: “Non so se Milik senta una pressione particolare in questo momento ma la società da tempo sta cercando di rinnovare il suo contratto, stanno trattando, questo significa che vogliamo tenerlo a lungo. Se giocasse da un’altra parte tutti direbbero ‘al Napoli serve Milik’ ma noi ce l’abbiamo e vogliamo tenerlo” (fonti Ansa e Sky Sport).

Il video da YouTube con le dichiarazioni di Vincenzo Montella sull’arbitraggio di Fiorentina-Napoli.