Fiorentina-Napoli, braccio di Zielinski: VAR assegna rigore ai viola

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 24 Agosto 2019 21:04 | Ultimo aggiornamento: 24 Agosto 2019 21:04
Rigore Fiorentina Napoli var Zielinski braccio Castrovilli

L’arbitro Massa consulta il VAR e assegna il calcio di rigore alla Fiorentina per questo tocco con il braccio di Zielinski del Napoli

FIRENZE – Il campionato è iniziato all’insegna del VAR. In Parma-Juventus, il VAR ha aiutato l’arbitro Maresca ad annullare il gol del possibile due a zero a Cristiano Ronaldo, mentre in Fiorentina-Napoli, il VAR è venuto in aiuto all’arbitro Massa per assegnare un calcio di rigore ai viola. 

Dopo sei minuti di gioco, Zielinski ha impedito una giocata a Castrovilli toccando il pallone con il braccio. L’arbitro Massa non se n’era accorto ma è stato richiamato all’ordine dalla stanza del VAR. 

A quel punto, l’arbitro Massa ha interrotto la partita e ha iniziato un lungo dialogo con i suoi assistenti che si trovavano davanti ai monitor nella stanza del VAR. Questo lungo colloquio ha convinto l’arbitro Massa ad andare a rivedere l’azione al monitor del VAR che si trovava a bordo campo. 

Braccio di Zielinski, Massa assegna rigore dopo aver consultato il VAR.

Dopo aver rivisto l’azione da tutte le angolazioni, l’arbitro Massa ha deciso di assegnare il calcio di rigore alla Fiorentina notando il tocco con il braccio di Zielinski sulla giocata, con il ginocchio, di Castrovilli. 

La decisione dell’arbitro ha mandato su tutte le furie Carlo Ancelotti, Zielinski e gli altri calciatori del Napoli che hanno protestato a lungo ma Massa non ha voluto ascoltare ragioni e ha confermato il tiro dagli undici metri in favore dei padroni di casa. 

Così all’ottavo minuto Pulgar, che era rigorista anche quando giocava nel Bologna, si è presentato dal dischetto davanti a Meret. L’ex centrocampista del Bologna ha segnato calciando alla destra di Meret che invece si è tuffato nel lato opposto della porta. 

La rete di Pulgar ha fatto esplodere di gioia i tifosi della Fiorentina presenti sugli spalti dello stadio Artemio Franchi di Firenze  e la nuova proprietà americana che era presente nella tribuna autorità dello stadio dei viola.