Milan-Lecce, la moviola: braccio Conti, rigore giusto. Biglia-Mancosu, contatto dubbio

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 20 Ottobre 2019 22:14 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2019 22:14
Rigore Milan Lecce Conti Biglia episodi da moviola var

Babacar sbaglia il rigore ma segna sulla ribattuta (fermo immagine Sky Sport)

MILANO – Dopo un primo tempo senza troppi pensieri per l’arbitro Pasqua, la ripresa è stata decisamente più complessa dal punto di vista degli episodi da moviola. E’ successo tutto nel giro di due minuti. Al 57′, Biglia è stato superato da Mancosu e lo ha spinto da dietro. Il contatto è leggere ma il centravanti del Lecce cade. Per l’arbitro non è rigore e non ci sono nemmeno gli estremi per andare a consultare il var. 

Cambia totalmente il metro di giudizio un minuto dopo. Conti respinge con il braccio un cross dalla destra di Farias. L’arbitro vuole vederci chiaro e va a rivedere l’episodio al monitor del var. Dopo una breve consultazione, assegna il tiro dagli undici metri al Lecce. Babacar se lo fa parare da Donnarumma ma poi è bravo a segnare sulla respinta. La gara  è ancora in corso. 

Milan-Lecce, var assegna rigore ai pugliesi: Babacar segna sulla respinta di Donnarumma. 

Pioli esordisce schierando il Milan con  il 4-3-3 con  Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Paquetá, Biglia, Kessié; Suso, Leao e Calhanoglu. L’ex tecnico dell’Inter ha spedito Piatek in panchina preferendogli Leao. 

Liverani schiera il Lecce con il  4-3-1-2 con  Gabriel; Meccariello, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Majer, Tachtsidis, Tabanelli; Mancosu; Falco e Babacar.  

Milan subito vicino al gol con Leao. Il centravanti rossonero ha calciato da buona posizione colpendo solamente l’esterno della rete. Al 5′, Panagiotis cerca il gol con un tiro al volo che non trova lo specchio della porta del Milan. Rossoneri vicinissimi al gol all’11’, la conclusione bomba di Calhanoglu esce di un soffio. 

Al 12′, Biglia ha calciato in porta da posizione defilata. Il suo tiro è stato respinto sulla linea da Lucioni. I rossoneri chiedevano il rigore per un suo presunto fallo di mano mentre l’arbitro non lo ha assegnato perché Lucioni ha respinto la sua conclusione con la spalla. 

Il gol era nell’aria ed è arrivato al 19′ con Calhanoglu. Il turco ha calciato con il destro, da posizione defilata, ma è riuscito a sorprendere un Gabriel fuori posizione. Al 33′, il tiro cross di Kessie dalla destra è stato bloccato senza troppi problemi da Gabriel, rossoneri padroni del campo ma il raddoppio tarda ad arrivare. Il primo tempo è terminato con il Milan in vantaggio di un gol sul Lecce. 

Al 56′, Leao è stato dimenticato dalla difesa del Lecce ma davanti a Gabriel non è riuscito ad inquadrare lo specchio della porta. Leao si è mosso molto bene su tutto il fronte offensivo ma è mancato di precisione davanti al portiere avversario.

Al 57′, Biglia interviene in maniera dubbia su Mancosu nell’area di rigore dei rossoneri. Mancosu lo aveva saltato, Biglia lo ha toccato da dietro con una mano. Secondo l’arbitro questo contatto non era da rigore.

Il direttore di gara non è andato a rivederlo al monitor del var. Al 58′, Conti ha toccato il pallone con il braccio nella sua area di rigore su cross di Farias. Pasqua è andato a rivederlo al var e ha assegnato il rigore al Lecce.

Babacar ha calciato alla destra di Donnarumma, il portiere del Milan ha respinto la sua conclusione ma non ha potuto fare nulla sulla ribattuta vincente dello stesso centravanti del Lecce. I pugliesi hanno pareggiato al 61′. La gara è ancora in corso.