Kjaer-Llorente, arbitro non assegna rigore al Napoli. Segna l’Atalanta, Ancelotti espulso per proteste

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 30 Ottobre 2019 21:00 | Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre 2019 21:04
Rigore Napoli Atalanta Llorente Kjaer Ancelotti espulso proteste

Kjaer e Llorente a contatto, secondo l’arbitro Giacomelli non è rigore (fermo immagine tv)

NAPOLI – Bufera a Napoli per un episodio da moviola che ha avvelenato il finale della partita tra i campani e l’Atalanta al San Paolo. All’85’, Kjaer e Llorente sono venuti a contatto nell’area di rigore dell’Atalanta, l’arbitro Giacomelli non ha assegnato il calcio di rigore al Napoli, l’azione è proseguita e l’Atalanta ha trovato il gol del due a due con Ilicic grazie ad una disattenzione della difesa partenopea.

Mentre i calciatori dell’Atalanta festeggiavano il pareggio, in campo è successo di tutto. I calciatori del Napoli hanno accerchiato l’arbitro Giacomelli chiedendogli di consultare il VAR per assegnare il rigore ai campani e per togliere la rete all’Atalanta.

Alle proteste, si è unito Carlo Ancelotti. Secondo l’arbitro Giacomelli, Ancelotti ha esagerato nelle proteste e lo ha espulso. Il gioco è ripreso a fatica e l’arbitro è stato costretto ad assegnare otto minuti di recupero vista la lunga interruzione del match per le proteste dei calciatori del Napoli. 

Napoli-Atalanta 2-2, Ilicic decide la partita ma Ancelotti voleva il rigore per il contatto Kjaer-Llorente. 

Gol e spettacolo tra Napoli e Atalanta nell’anticipo di giornata. Sotto gli occhi del grande ex Marek Hamsik, il Napoli ha disputato una grande prestazione ma non è riuscito a battere l’Atalanta. I campani hanno segnato con Maksimovic, di testa su cross di Callejon, e con Milik, lanciato a rete da una invenzione di Fabian Ruiz, ma avrebbero potuto segnare molte altre reti visto che Milik ha anche colpito due legni (di testa e su punizione).

L’Atalanta ha giocato un primo tempo sottotono ma è riuscita a chiuderlo sull’uno a uno   grazie ad una papera clamorosa di Meret su un tiro innocuo di Freuler. Nella ripresa, l’Atalanta ha pareggiato il match con un gol di Ilicic che ha scatenato le proteste da parte dei tifosi e dei calciatori del Napoli. Tutto nasce da un rigore non concesso per un intervento dubbio di Kjaer su Llorente, l’azione è proseguita, la sfera è arrivata a Ilicic, partito sul filo del fuorigioco, che ha battuto Meret da due passi.

Dopo la rete dell’Atalanta, il gioco è ripreso in ritardo perché i calciatori del Napoli hanno accerchiato l’arbitro Giacomelli per chiedere l’intervento del var. Anche Ancelotti ha protestato con veemenza ed è stato espulso dal direttore di gara. Il match è terminato sul due a due dopo ben otto minuti di recupero.