Spal-Napoli, mano di Vicari: rigore dato e poi tolto al team di Ancelotti

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 27 Ottobre 2019 17:13 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2019 17:13
Rigore Spal Napoli prima dato poi tolto dal var mano vicari

Il rigore prima dato poi tolto al Napoli per la mano di Vicari (fermo immagine Dazn)

FERRARA – Spal-Napoli tra le polemiche. La squadra allenata da Carlo Ancelotti non ha approfittato dei passi falsi di Juventus e Inter ed è stata staccata anche dall’Atalanta. Adesso il Napoli è quarto a meno tre dall’Atalanta terza in classifica, a meno cinque dall’Inter secondo in classifica e a meno sei dalla Juventus capolista del campionato. Il Napoli si era illuso con Milik ma Kurtic ha fissato il risultato sull’uno a uno finale.

La squadra allenata da Carlo Ancelotti ha protestato a lungo per un episodio da moviola al 38’ del primo tempo che avrebbe potuto cambiare il volto del match.  L’arbitro La Penna aveva concesso inizialmente il penalty al Napoli per il braccio di Vicari nella sua area di rigore ma poi lo ha tolto dopo l’intervento del Var Nasca.

Il Napoli ha protestato perché seconda la società campana con le nuove regole questo è rigore. Dello stesso avviso non è stato l’arbitro che evidentemente ha optato per l’involontarietà oppure per l’eccessiva vicinanza tra il calciatore del Napoli che ha crossato ed il difensore della Spal (che aveva anche il braccio attaccato al corpo). 

Questo pareggio è pesante come un macigno per il Napoli perché non gli permette di avvicinare la vetta della classifica. Il Napoli è lontano sei punti dalla Juventus, con in mezzo anche l’Inter di Antonio Conte e l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, e ha anche lo scontro diretto a sfavore visto che la squadra allenata da Carlo Ancelotti ha perso 4 a 3 a Torino con la sfortunata autorete di Kalidou Koulibaly al 90′. 

Quindi alla squadra campana non basta agganciare la Juventus, se vuole superarla deve fare un punto in più dei bianconeri oppure deve totalizzare gli stessi punti dei campioni d’Italia in carica vincendo lo scontro diretto di ritorno con almeno due gol di scarto (per azzerare il 4 a 3 di Torino).