Verona-Milan, episodio da moviola finale: Pessina a terra, è rigore o punizione? Rosso per Calabria

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 15 Settembre 2019 22:52 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2019 22:52
Rigore Verona Milan Pessina Calabria espulso arbitro Manganiello

Pessina – Calabria, rosso al milanista e niente rigore al Verona (fermo immagine Sky Sport)

VERONA – Il posticipo di Serie A tra Verona e Milan è stato caratterizzato da diversi episodi arbitrali. Al 93′, il più clamoroso. Pessina è andato a terra dopo essere stato colpito da Calabria al limite dell’area di rigore del Milan. Il contrasto inizia fuori area ma si concretizza nell’area di rigore del Milan. Il gioco resta fermo per tre minuti. Poi l’arbitro Manganiello mostra il cartellino rosso a Calabria ma non assegna il rigore al Verona. Ai padroni di casa, viene assegnata solamente una punizione. Veloso non segna ed il Milan vince di misura a Verona. 

Verona-Milan, la cronaca della partita: Piatek decisivo su rigore. 

Il turno di Serie A si chiude con Verona – Milan. I padroni di casa scendono in campo con Silvestri; Rrhamani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Verre, Zaccagni e Stepinski. Il Milan di Giampaolo risponde con Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Calhanoglu; Paquetà; Suso e Piatek.

Il primo acuto è del Milan. Piatek ha fatto partire un gran destro al 3′ che è stato deviato in angolo dalla difesa del Verona. Il Verona ci prova con Faraoni ma il suo tiro cross al 13′ termina alto sopra la traversa della porta rossonera. Importante episodio da moviola al 21′. Stepinski è intervenuto con la gamba testa sul volto di Musacchio durante uno scontro di gioco. In un primo momento l’arbitro Manganiello lo aveva ammonito ma poi, su indicazione di Orsato e della stanza del VAR, ha deciso di mostrargli il cartellino rosso. 

L’inferiorità numerica non ha abbattuto ma ha galvanizzato il Verona che ha sfiorato la rete a metà primo tempo con Valerio Verre. L’ex calciatore della Roma ha stoppato un lancio lungo e ha calciato al volo con il destro sfiorando un eurogol. Il primo tempo tra Verona e Milan è terminato sul risultato di zero a zero. 

Al 56′, Calabria ha colpito il palo con un gran destro da fuori area di rigore a Silvestri battuto. Al 59′, Verre ha colpito al palo con un gran destro al volo. Gara divertente in questa ripresa. Al 63′, l’arbitro Manganiello ha concesso un rigore al Milan per un fallo di mano di Gunter su conclusione a rete di Calhanoglu. Dagli undici metri non ha sbagliato Piatek, Milan in vantaggio al 66′.

Poco dopo, Piatek pensava di aver segnato il gol del due a zero ma il VAR gli ha tolto la marcatura per una presunta carica ai danni di Silvestri. Il portiere del Verona aveva respinto male un tiro di Calhanoglu, sulla sfera si era fiondato Piatek che aveva segnato in scivolata. Secondo l’arbitro Manganiello, la sua entrata su Silvestri non era regolare.

Al 93′, l’arbitro Manganiello ha mostrato il cartellino rosso a Calabria perché il difensore del Milan ha fermato Pessina al limite dell’area di rigore dei rossoneri. Pessina era dentro o era fuori dall’area di rigore del Milan? Secondo il VAR era fuori. Sulla punizione seguente, il Verona non è riuscito a segnare. E’ finita il Milan ha vinto a Verona con gol di Piatek.