facebook

Chiusi: scontri fra ultras del Pisa e della Viterbese, la polizia spara in aria

pisa_tifosi_parma

Tifosi del Pisa in trasferta

I poliziotti hanno dovuto sparare alcuni colpi di pistola in aria per fermare una rissa tra tifosi del Pisa e della Viterbese in cui sono comparsi anche coltelli e mazze.

Ci sono stati 22 fermati, tutti sostenitori della Viterbese, e almeno 10 tra feriti e contusi. L’ episodio è avvenuto all’ esterno dello stadio di Chiusi dove nel pomeriggio era in programma un triangolare tra Pisa, Viterbese e Hinterreggio, tutte formazioni di serie D (il Pisa è stato proprio oggi ripescato in Prima Divisione).

I feriti della rissa tra tifosi del Pisa e della Viterbese non sarebbero gravi. In base a quanto ricostruito dalla polizia, prima dell’inizio della partita, fra la tifoseria della Viterbese, che era fuori dallo stadio, e quella pisana, che era dentro, sono iniziati a volare insulti e grida. A quel punto, una ventina di ultra’ nerazzurri è uscita dall’impianto sportivo, iniziando lo scontro con il gruppo dei supporter avversari, che erano una quindicina.

Nella rissa, oltre a pugni e calci, sono state usate cinture e mazze.

Con l’intervento delle forze dell’ordine, i tifosi si sono dati alla fuga: agenti e carabinieri sono riusciti a bloccare subito una decina di viterbesi e a rintracciarne altrettanti, poco dopo, in un’abitazione della zona: sono stati portati tutti in caserma. Ancora non rintracciati, invece, i tifosi nerazzurri.

To Top