River-Boca 3 a 1: i gol italiani del “chiappone” Quintero e del “cammello” Pratto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 dicembre 2018 10:43 | Ultimo aggiornamento: 10 dicembre 2018 10:43
River-Boca 3 a 1: i gol italiani del "chiappone" Quintero e del "cammello" Pratto

River-Boca 3 a 1: i gol italiani del “chiappone” Quintero e del “cammello” Pratto

ROMA – Nel delirio della vittoria in Copa Libertadores del River Plate – finale pazza a Madrid, festa e scontri a Buenos Aires – vanno segnalati i gol “italiani” di due vecchie conoscenze delle serie A. Prima il “cammello” ex Genoa Lucas Pratto per il gol dell’1 a 1. Poco più di una meteora in Italia, oggi è fra gli eroi dei “millonarios”.

Il secondo gol è una perla, che conferma il grande talento del colombiano Juan Fernando Quintero, arrivato giovanissimo in Italia, al Pescara dove ha giocato 17 partite in serie A per un gol.

Poi la retrocessione e il trasferimento al Porto. Forte, tecnico, lo è sempre stato – qualcuno esagerando in Colombia lo avrebbe voluto addirittura titolare al posto di James Rodriguez -, semmai il suo problema è il peso. Ieri era partito dalla panchina prima di diventare il salvatore della patria: fendente di precisione sotto la traversa.

Lo chiameranno ancora “nalgon”, chiappone in italiano, come lui stesso si era auto-definito? Sì perché aveva dovuto giustificarsi, sembrava troppo “gordo”: “Non sono grasso, la mia corporatura è questa. Sono abbastanza basso e da piccolo mi piaceva fare palestra. Sono solo…un po’ nalgón, un po’ chiappone”.