Roma, vertice all’Eur per scegliere l’allenatore. Bordalás, Fonseca, Giampaolo e la suggestione Spalletti

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 29 maggio 2019 22:40 | Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2019 22:41
Roma, vertice all'Eur per scegliere l'allenatore. Bordalás, Fonseca, Giampaolo e la suggestione Spalletti

Roma, vertice all’Eur per scegliere l’allenatore. Bordalás, Fonseca, Giampaolo e la suggestione Spalletti (foto Ansa)

ROMA – I dirigenti della Roma, Francesco Totti, Mauro Baldissoni e Guido Fienga, si sono riuniti nella sede dell’Eur per pianificare la Roma del futuro. Nei prossimi giorni Petrachi dovrebbe essere ufficializzato come nuovo direttore sportivo. Dopo questa ufficializzazione, toccherà all’allenatore. Sfumati gli obiettivi Antonio Conte, Maurizio Sarri e Gian Piero Gasperini, la Roma dovrà scegliere il nuovo allenatore tra i candidati rimasti. Andiamoli ad analizzare nel dettaglio. 

Roma, chi sarà il prossimo allenatore? La lista con tutti i candidati. 

José Bordalás ha guidato il Getafe, contro ogni pronostico, ad un passo dalla qualificazione in Champions League. Il Getafe è stato l’Atalanta di Spagna anche se a differenza dei bergamaschi non ce l’ha fatta. Questo tecnico piace molto a Franco Baldini che spinge per ingaggiarlo. 

Roberto De Zerbi ha una idea di calcio simile a quella di José Bordalàs. E’ sponsorizzato da tempo da Arrigo Sacchi che lo vorrebbe vedere sulla panchina del Milan per il dopo Gattuso. Anche questo profilo piace molto a Franco Baldini. 

5 x 1000

Paulo Fonseca è una vecchia conoscenza dei giallorossi perché ha sfidato la Roma negli ottavi di finale di Champions League dello scorso anno. Rispetto ai candidati precedenti, Fonseca ha già esperienza a livello internazionale. Questo potrebbe essere un vantaggio per lui. Lo S.Donetsk sarebbe disposto a farlo partire. 

Marco Giampaolo difficilmente resterà alla Sampdoria. Piace molto sia alla Roma che al Milan. Non dispiace nemmeno alla Lazio in caso di partenza di Simone Inzaghi verso Milano o Torino. 

Un altro nome che viene sempre accostato alla Roma, per il rapporto di amicizia con Franco Baldini, è Laurent Blanc. Il tecnico francese ha una carriera importante alle spalle ma è fuori dal giro da un po’. 

Infine c’è la suggestione Luciano Spalletti. Più una suggestione che altro perché sembra difficile il suo terzo ritorno nella Capitale per il suo rapporto conflittuale con Francesco Totti e con i tifosi della Roma.