Roma furiosa con arbitri, Monchi: “Rigore Fiorentina non c’era, invece Dzeko a Napoli…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 novembre 2018 20:19 | Ultimo aggiornamento: 4 novembre 2018 20:20
Roma furiosa con arbitri, Monchi: "Rigore Fiorentina non c'era, invece Dzeko a Napoli..."

Roma furiosa con arbitri, Monchi: “Rigore Fiorentina non c’era, invece Dzeko a Napoli…” (Ansa)

FIRENZE – Ai microfoni di Sky Sport, nel dopo partita di Firenze, il Direttore Sportivo della Roma Monchi.

Cosa l’ha convinta di più e cosa di meno?

“Credo che la Roma meritasse di più, purtroppo, c’è stata una giocata che ha cambiato la partita. Mi dispiace, perché è da 18 mesi che sono qui e credo di non aver mai parlato dell’arbitro ,e non voglio parlare, perché credo che lui non sia il responsabile di niente, perché sul campo è difficile. Ma c’è la possibilità del VAR, che può favorirlo in situazioni come quella di oggi”.

Lei da un peso determinante alla decisione di Banti, con il rigore dato alla Fiorentina, sul risultato finale?

“1-1, loro hanno fatto gol su rigore, che tutti dicono non ci fosse per niente. Abbiamo avuto un rigore così e così settimana scorsa a Napoli, un giallo a Dzeko alla fine”.

Perché ha sentito il dovere d’intervenire?

“Perché sembra che ci sono tante cose, anche se continuo a dire che l’arbitro è l’ultimo dei responsabili. Ma c’è una persona che, purtroppo non è la rima volta che è protagonista di una situazione simile. Ricordo lo scorso anno contro l’Inter a Roma, con un rigore su Perotti non fischiato.

L’unica cosa che chiedo, è un po’ di certezza, un po’ di giustizia. Sono convinto che nessuno lo fa apposta, ma per il rispetto agli arbitri, chiedo solo questo, perché la Roma non può essere sempre quella che non parla mai. Se dobbiamo parlare, parliamo, perché sappiamo parlare, ma non credo sia la strada giusta. La strada credo che sia quella di utilizzare il VAR.

Io sono un difensore a oltranza del VAR, perché credo che protegga tutti, prima di tutto gli arbitri. Oggi c’è stata una giocata chiara e certa per il VAR. Posso capire tutto, ma quando c’è un flagrante errore…. Ogni volta che guardo la giocata, mi arrabbio di più. Non credo si possa dire che questa non è una situazione da VAR, perché c’è un flagrante errore. C’è una persona seduta, che guarda tranquilla, che deve almeno dire all’arbitro che deve andare a vedere il VAR, perché c’è un errore”.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.