Roma-Cagliari, gol annullato a Kalinic. Niente VAR, Fonseca espulso per proteste

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 6 Ottobre 2019 17:50 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2019 17:50
Roma Cagliari Kalinic video YouTube Fonseca espulsione

Roma Cagliari, il fermo immagine della rete annullata a Kalinic (da YouTube)

ROMA – Finale di fuoco allo Stadio Olimpico tra Roma e Cagliari. L’arbitro Massa ha annullato il gol del possibile due a uno per i giallorossi. Kalinic è andato a contrasto con Pisacane nell’area di rigore del Cagliari, sullo slancio, l’ex difensore dell’Avellino ha travolto Olsen mettendolo fuori causa. Questo scontro ha favorito Kalinic che ha segnato a porta vuota senza alcun problema.

L’arbitro Massa ha deciso di annullare il gol perché ha valutato fallosa la spinta di Kalinic nel tentativo di liberarsi dalla marcatura di Pisacane. Ma l’arbitro si è comportato in maniera molto diversa rispetto al primo tempo, quando è andato a consultare il var per assegnare il rigore al Cagliari per un tocco tra petto e braccio di Mancini.

Questa volta, l’arbitro Massa ha deciso in prima persona, nonostante fosse un episodio di fondamentale importanza ai fini del risultato finale. In epoca di VAR, è abbastanza inaccettabile prendere una decisione di questa importanza capitale senza farsi aiutare dalla tecnologia. Per questo motivo, dopo il fischio finale della partita, Fonseca si è scagliato contro l’arbitro ed è stato espulso per proteste. 

“Ho meritato l’espulsione ma resto dell’idea che l’arbitro ha commesso una serie di errori piuttosto gravi. L’azione del rigore del Cagliari, nasce da un fallo inesistente di Diawara. Se non avesse fischiato questo fallo, non sarebbe nata l’azione del rigore. Questo è un errore piuttosto grossolano ai fini del risultato finale. Poi nella ripresa, ha commesso un altro errore molto grave perché l’arbitro non può prendere una decisione del genere senza andare a consultare il VAR. 

Se tu annulli un gol al 93′, devi esserne sicuro al 100% perché vai a condizionare il risultato finale, vai a condizionare l’esito di una partita. Perché nel primo tempo è andato a consultare il VAR e al 93′ non ha fatto lo stesso? Due pesi e due misure”.