Roma, Fonseca: “Pressione nel calcio? Chi non la regge, vada a coltivare patate…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Ottobre 2019 17:17 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2019 17:17
Roma Fonseca pressione patate da coltivare

Roma, Fonseca nella foto Ansa

ROMA – “La pressione dell’ambiente? Nel calcio c’è e bisogna accettarla. Chi non è in grado di sopportarla non può fare il professionista, chi non la regge, vada a coltivare patate. Vedo e sento sempre il sostegno costante dei nostri tifosi, che credono in noi creando un ambiente bellissimo in casa e fuori. È una cosa di cui essere orgogliosi”.

Così il tecnico della Roma Paulo Fonseca, alla vigilia della gara col Cagliari. “La pressione c’è ovunque, specie là dove si vuole vincere. Chi non è in grado di sopportarla probabilmente dovrebbe prendersi un pezzo di terra e coltivare patate. Così sarebbe più rilassato…” dice. Sui troppi infortuni Fonseca dice “stiamo facendo di tutto per prevenirli.
   

È impossibile però prevedere alcuni stop come per Zappacosta o Pellegrini, sono situazioni casuali, nessuno è in grado di controllarli. Questo succede non solo alla Roma, ma a tante altre squadre. Quindi o tutti lavorano male e sono incompetenti oppure bisogna chiedersi se queste partite ravvicinate sono adeguate allo sforzo fisico di un calciatore professionista”.

“Viste le tante assenze questa volta per me sarà più facile scegliere”. La prende con filosofia Paulo Fonseca. Alla vigilia della sfida dell’Olimpico col Cagliari il tecnico della Roma non può che prendere atto di un’infermeria ancora piena e che lo costringerà a fare delle scelte obbligate contro un avversario “che sta disputando un eccellente campionato e che viene da diversi risultati positivi. Mi aspetto una partita complicata”.
   

Riguardo alla formazione, Fonseca annuncia il forfait del capitano Florenzi (“non recupera, è a casa con la febbre e non si è allenato”) ed esclude una conferma di Pastore: “È difficile che in questo momento possa fare due partite consecutive.
    Cristante o Veretout trequartisti? Viste le circostanze la scelta dovrà inevitabilmente ricadere su uno di loro due”.

Cagliari a caccia di punti e di nuove imprese. Domani all’Olimpico contro la Roma Maran potrà schierare di nuovo Nainggolan a tempo pieno. Certo l’impiego dell’ex giallorosso (ha giocato accanto a Totti e De Rossi), più difficile immaginare la sua collocazione: davanti alla difesa o dietro le punte? Il Cagliari potrà contare anche sulla voglia di fare bella figura degli altri, che sino a non poco tempo fa giocavano nella capitale, come Olsen e Luca Pellegrini.
   

“Per fare bene a Roma – ha spiegato il tecnico alla vigilia – dobbiamo giocare da squadra: così si fa la prestazione. E con la buona prestazione si può ottenere il risultato”. Maran per nulla convinto di trovare un avversario stanco per le fatiche di Coppa. “Ha un organico tra i più forti d’Italia – ha detto – abituato a queste situazioni. Noi dobbiamo essere bravi a mantenere la nostra identità (fonte Ansa).