Roma, Gervinho ko nel riscaldamento: leggero edema

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Dicembre 2015 21:38 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2015 21:38
"Gervinho ha un'infiammazione che ha procurato un leggero edema fastidioso ma non ha subito uno stiramento. C'è una fase di spettacolarizzazione e drammatizzazione della questione". Così il ds della Roma, Walter Sabatini, sul contrattempo fisico che ha impedito all'attaccante ivoriano di scendere in campo contro il Bate Borisov. La gara con i bielorussi è decisiva per il passaggio della Roma alla fase ad eliminazione diretta della Champions League. "Come investiremo gli eventuali 13 milioni che arriveranno per gli ottavi? Credo che siano molti di meno - ha precisato Sabatini a Mediaset Premium -. Prima dei milioni che eventualmente arriveranno c'è il nostro prestigio, il nostro decoro e la nostra dignità di fronte alla città, ai tifosi e di fronte al calcio perché noi vogliamo rappresentare qualcosa nel calcio. I vantaggi economici vengono dopo". Chiusura dedicata alla protesta della Curva Sud per la divisione del settore dello stadio decisa dal prefetto Gabrielli per motivi di sicurezza: "Questa è una cosa che guarda la curva e le istituzioni e ovviamente la società ne soffre perché è in mezzo e diventa difficile per noi gestire questa carenza affettiva. La squadra ne soffre, è un momento delicato, nessuna squadra in solitudine può giocare".

Gervinho nella foto LaPresse

ROMA – Cambio di formazione per la Roma nei minuti immediatamente precedenti la sfida di Champions all’Olimpico contro il Bate Borisov.

Garcia aveva deciso di schierare Gervinho, uscito al 24′ della sfida di sabato scorso contro il Torino per un risentimento muscolare, ma l’ivoriano, il cui nome figurava nel foglio delle formazioni distribuito dall’Uefa, ha avuto di nuovo problemi e ha dovuto dare forfait.

Al suo posto giocherà Iturbe, il cui posto in panchina sarà preso da Ucan, inizialmente destinato alla tribuna.

“Gervinho ha un’infiammazione che ha procurato un leggero edema fastidioso ma non ha subito uno stiramento. C’è una fase di spettacolarizzazione e drammatizzazione della questione”.

Così il ds della Roma, Walter Sabatini, sul contrattempo fisico che ha impedito all’attaccante ivoriano di scendere in campo contro il Bate Borisov. La gara con i bielorussi è decisiva per il passaggio della Roma alla fase ad eliminazione diretta della Champions League.

“Come investiremo gli eventuali 13 milioni che arriveranno per gli ottavi? Credo che siano molti di meno – ha precisato Sabatini a Mediaset Premium -. Prima dei milioni che eventualmente arriveranno c’è il nostro prestigio, il nostro decoro e la nostra dignità di fronte alla città, ai tifosi e di fronte al calcio perché noi vogliamo rappresentare qualcosa nel calcio. I vantaggi economici vengono dopo”.

Chiusura dedicata alla protesta della Curva Sud per la divisione del settore dello stadio decisa dal prefetto Gabrielli per motivi di sicurezza: “Questa è una cosa che guarda la curva e le istituzioni e ovviamente la società ne soffre perché è in mezzo e diventa difficile per noi gestire questa carenza affettiva. La squadra ne soffre, è un momento delicato, nessuna squadra in solitudine può giocare”.