Roma-Juventus, Dybala furioso con Sarri per la sostituzione: era il migliore ma Ronaldo non si tocca

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Gennaio 2020 23:31 | Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio 2020 23:32
Roma-Juventus, Dybala furioso con Sarri per la sostituzione: era il migliore ma non Ronaldo non si tocca

Roma-Juventus, Dybala in azione durante la partita (foto Ansa)

ROMA – Sarri non è fortunato con le sostituzioni. Dopo aver incassato la furia di Cristiano Ronaldo, per le sostituzioni contro Lokomotiv Mosca e Milan, oggi è arrivata la reazione polemica di Paulo Dybala, che era il migliore in campo. Sarri lo ha tolto al 69′ per inserire in campo Higuain. Ma non è questo il problema.

Sarri lo ha tolto per non beccarsi un altro “vaffa” da parte di Cristiano Ronaldo. Non potendo togliere Ronaldo, Sarri alterna Dybala e Higuain visto che la squadra ha dimostrato di non poter supportare il tridente. 

La reazione di Dybala è comprensibile perché era entrato in maniera decisiva in entrambi i gol della Juventus. In occasione della prima rete, Dybala ha realizzato un assist perfetto per Demiral che ha segnato con il ginocchio sul secondo palo.  Poco dopo la Joya ha tolto palla a Veretout ed è stato steso dal francese nell’area di rigore della Roma. Grazie alla sua giocata, Cristiano Ronaldo ha avuto la possibilità di segnare dal dischetto. 

Ma questo non è tutto, Dybala stava correndo per quattro mettendo in difficoltà i difensori della Roma e non dando loro punti di riferimento. Stava giocando alla perfezione da falso nove. Nella ripresa, quando è entrato un vero nove, Higuain, la Juve è andata in difficoltà perché Ronaldo era stanco e si muoveva poco. Ma Ronaldo non si può più togliere…

Il commento di Sarri sulla reazione di Dybala al momento dal cambio ai microfoni di Sky Sport: “Dybala arrabbiato per il cambio? Non me ne può fregare di meno. L’ho visto stanco e ho deciso di toglierlo. Se l’ho tolto ho avuto i miei motivi. Considero la sua reazione nella norma, non ho mai visto un calciatore felice per un cambio. Per me l’importante è gioca bene,il resto non mi interessa”.