Roma-Lazio, Rudi Garcia: “Derby da vincere per 1° posto”

di redazione blitz
Pubblicato il 8 Novembre 2015 10:15 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2015 10:15
Roma-Lazio, Rudi Garcia: "Derby da vincere per 1° posto"

Dalla Gazzetta dello Sport

ROMA  – «Vogliamo vincere il derby. E poi vogliamo riprenderci anche il primo posto». Rudi Garcia carica così alla vigilia del suo quinto derby capitolino, dall’alto di una tradizione favorevole che sembra renderlo quasi immune da dolori. Ne parla La Gazzetta dello Sport con Andrea Pugliese.

Da quando è a Roma, infatti, ha portato a casa due vittorie e due pareggi, confermando di fatto la tradizione favorevole che aveva avuto in Francia nel derby del Nord, quello tra Lille e Le Mans (dove ha riportato tre vittorie ed un pareggio). Per confermare la tradizione, Garcia deve decidere chi rischiare dei tre «acciaccati»: Florenzi, Maicon e De Rossi.

Alla fine, sembra che dovrebbe giocare solo Florenzi, anche se bisognerà fare attenzione alla voglia di esserci di De Rossi. «Questa mattina vedremo come stanno tutti e tre – dice Garcia –. Il recupero di Florenzi e Maicon sembra buono, De Rossi di certo non potrà giocare tutta la gara». Fino alla fine, però, si proverà a recuperarlo.

«Quelli da giocatore sono la scia di quelli vissuti da tifoso – dice De Rossi – La città si ferma e ti scaraventa dentro un turbinio di emozioni». Concetto ripreso anche da Totti («Il derby per me sarà sempre una gara speciale. Vincerlo vuol dire regalare una gioia immensa ai tifosi e alla città intera: esultare con loro è la Grande Bellezza») e Florenzi («Il derby è una sfida nella sfida: si tratta di farsi scaldare dalle emozioni, senza bruciarsi»). Lo stesso Garcia, alla fine, ha imparato a domarlo.

«Le due squadre hanno giocato tante partite nelle ultime tre settimane, vorrà dire che non staranno al 100% sul piano fisico – chiude il francese – Ma io voglio una Roma al 200% su tutti i punti, non solo su quello della motivazione. Se giocheremo da Roma avremo tutte le chance di ottenere quello che vogliamo: la vittoria». E lui continuerà ad essere imbattuto anche in Italia.