Roma e Liverpool hanno lo stesso proprietario? De Laurentiis: “Un uccellino…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 agosto 2018 11:30 | Ultimo aggiornamento: 17 agosto 2018 11:30
Roma e Liverpool stesso proprietario? De Laurentiis: "Un uccellino..."

Roma e Liverpool hanno lo stesso proprietario? De Laurentiis: “Un uccellino…” (nella foto d’archivio Ansa, Aurelio De Laurentiis)

ROMA – Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, a gamba tesa contro James Pallotta, presidente della Roma: “Roma e Liverpool hanno lo stesso proprietario? Me lo ha detto un uccellino”. Il presidente partenopeo, mai banale nelle sue esternazioni, ha ipotizzato che se così fosse le due squadre non potrebbero partecipare alla stessa competizione (la Champions League) [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

In questo modo De Laurentiis ha rivangato una polemica che lo vede protagonista da settimane, da quando cioè ha acquistato il Bari. Infatti secondo le regole due squadre con lo stesso proprietario non possono disputare lo stesso campionato. Motivo per cui il Bari di De Laurentiis non potrebbe mai arrivare fino alla serie A (a meno che il Napoli non retroceda). Adl vorrebbe cambiare questa regola e sta combattendo con Lega, Federcalcio e Coni proprio in questo senso.

Ecco gli estratti più rilevanti della sua intervista alla Gazzetta dello Sport (in cui si scaglia ancora una volta contro il sindaco De Magistris):

“È stata smontata e rimontata, non saprei decifrarla e non so quanto tutti questi cambi siano stati salutari. Per esempio io Alisson non lo avrei dato via neanche per 100 milioni. Per lui ne avevo offerti 60 ma i giallorossi non hanno voluto cedermelo. Ho sempre il dubbio che il vero proprietario della Roma sia anche quello del Liverpool, un uccellino me lo ha detto nell’orecchio qualche anno fa ma se così fosse queste due squadre non potrebbero nemmeno fare la Champions”.

È stata anche l’estate delle roventi polemiche riguardanti il San Paolo. Il sindaco di Napoli ha detto che lei non ha investito un euro per lo stadio, cosa risponde?
“Questa è la dimostrazione che lui non sa nemmeno quello che succede a casa sua. Abbiamo investito nel San Paolo tantissimi soldi, de Magistris deve stare attento sennò gli scateno addosso il mio pool di legali. Se non fossi andato di persona dal governatore De Luca e mi fossi fatto dare 15 milioni per la struttura, neanche i sediolini avremmo cambiato”.