Roma mai così giù: la partenza peggiore della gestione americana

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 23 settembre 2018 17:15 | Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2018 17:15
roma crisi

Roma mai così giù: la partenza peggiore della gestione americana

La Roma che aveva raggiunto la semifinale di Champions League non c’è più. L’ennesima sconfitta in questo inizio di stagione, 2-0 con un Bologna che non aveva mai segnato nelle prime quattro giornate, certifica, se serviva una conferma, la crisi per Di Francesco e i suoi giocatori. Un inizio di stagione così, 5 punti nelle prime cinque, la Roma americana non l’aveva mai vissuto. Infatti l’ultima volta che la Roma dopo le prime cinque si ritrovava con così pochi punti (cinque), fu nella stagione d’addio dei Sensi (2010-2011). Allora c’era Ranieri sulla panchina giallorossa.

Nei sette campionati precedenti, da quando Pallotta e co. sbarcarono a Trigoria, i giallorossi non avevano mai iniziato così male la stagione. Alla prima c’era Luis Enrique e i punti, dopo le prime cinque partite giocate, erano 8, frutto di due vittorie, due pareggi e una sconfitta. Nell’estate del 2012 via Luis Enrique dentro Zeman e la storia non cambiò: otto punti nelle prime cinque, anche se tre grazie a una vittoria a tavolino contro il Cagliari. Dopo la sconfitta nella finale di Coppa Italia del 2013 contro la Lazio, Sabatini, l’allora ds giallorosso, cambiò nuovamente la guida tecnica portando Rudi Garcia sulla panchina giallorossa. Con l’allenatore francese sia nella prima che nella seconda stagione (2013-14 e 2014-15), la partenza fu a razzo: cinque vittorie su cinque. Nella terza, ed ultima, invece i punti furono otto.

Dopo Garcia ecco il ritorno di Spalletti. Con l’allenatore toscano, ultimo a vincere qualcosa sulla panchina giallorossa nel 2008, la Roma partì con 10 punti (tre vittorie, un pari e una sconfitta). Dopo l’addio amaro di Spalletti, che coincise con un altro addio, più doloroso, ovvero la fine della carriera in giallorosso di Francesco Totti, la Roma decise di cambiare sia ds – via Sabatini, dentro Monchi – sia allenatore – Di Francesco.

La prima partenza di Di Francesco sulla panchina della Roma fu di quattro vittorie e una sconfitta che portarono 12 punti in casa giallorossa. Ed era solo un anno fa.

Le partenze della Roma “americana” (prime cinque giornate di campionato):

2011-2012 (Luis Enrique): 8 punti – 6 gol fatti, 4 subiti.

2012-2013 (Zeman): 8 punti (di cui tre a tavolino) – 11 gol fatti (3 a tavolino), 7 subiti.

2013-2014 (Garcia): 15 punti – 12 gol fatti, 1 subito.

2014-2015 (Garcia): 15 punti – 9 gol fatti, 1 subito.

2015-2016 (Garcia): 8 punti – 8 gol fatti, 6 subiti.

2016-2017 (Spalletti): 10 punti – 13 gol fatti, 5 subiti.

2017-2018 (Di Francesco): 12 punti – 12 gol fatti, 4 subiti.

2018-2019 (Di Francesco): 5 punti – 7 gol fatti, 9 subiti.