Roma-Napoli, De Sanctis: “Parata più difficile? Non parlo mio lavoro, ma sbaglio: qualcuno non lo nota”

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Aprile 2015 15:27 | Ultimo aggiornamento: 4 Aprile 2015 15:27
Roma-Napoli, De Sanctis: "Parata più difficile? Non parlo mio lavoro, ma sbaglio: qualcuno non lo nota"

De Sanctis nella foto LaPresse

ROMA – Le dichiarazioni di Morgan De Sanctis dopo Roma-Napoli 1-0 – gol Miralem Pjanic -. Dalla Gazzetta dello Sport.

“Cosa significa per noi? Intanto era importante per dare continuità alla vittoria di Cesena e per mettere linfa alla nostra classifica, che purtroppo negli ultimi 3 mesi è stata povera di risultati. Aver vinto davanti al nostro pubblico è qualcosa che ci deve rendere orgogliosi, ma rispecchia anche una normalità delle cose. Abbiamo ricominciato a dare qualche soddisfazione, soprattutto a noi stessi. Come ho sempre detto, anche nei momento di difficoltà, dobbiamo dare noi l’impulso per far si che i tifosi si riavvicinino a questa squadra. Quale è stata la parata più difficile? Io faccio sempre fatica a parlare di quello che è il mio lavoro. Non mi interessa, anche se a 38 anni dovrei iniziare a parlarne un po’.. Magari qualcuno non se ne accorge cosa vuol dire fare il portiere, in maniere pulita ed essenziale. Sarà sempre più un derby per la Champions? Non lo so, lo abbiamo detto una marea di volte: dobbiamo guardare a noi stessi e cercare di vincere da qui alla fine. Siamo dietro solo a una squadra, purtroppo troppo indietro per fare un altro tipo di discorsi e progetti”.