Roma, Petrachi: “Higuain può essere il nuovo Batistuta”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 4 Luglio 2019 17:12 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2019 17:12
Roma, Petrachi: "Higuain può essere il nuovo Batistuta"

Roma, Petrachi: “Higuain può essere il nuovo Batistuta”.
Foto ANSA/SIMONE ARVEDA

ROMA – Il nuovo direttore sportivo dell’As Roma Gianluca Petrachi ha parlato del calciomercato dei giallorossi in conferenza stampa. Petrachi ha parlato del possibile arrivo di Gonzalo Higuain e del caso Barella. Le sue dichiarazioni sono riportate dal Corriere dello Sport. 

Roma, Petrachi: “Higuain può essere il nuovo Batistuta”.

“Penso che chi discute Higuain è un pazzo. In questo momento ha perso un po’ di autostima e sicuramente potrebbe far comodo alla Roma, qualora Dzeko andasse via. Le motivazioni contano moltissimo. Qualora si dovesse aprire qualcosa con la Juventus, lui deve essere il primo a crederci. Sto cercando di portare calciatori con questa voglia, non è il campione a farmi mettere il salame sugli occhi e non vedere se non ci sono motivazioni. Per ritrovare il vero Higuain non c’è soluzione migliore della Roma.

5 x 1000

Qui potrebbe seguire le orme di Batistuta, qui ha lasciato un segno indelebile nella Roma. Sono cose di mercato che dovranno essere valutate più avanti. Oggi penso che Dzeko è un calciatore della Roma, che si renderà conto in ritiro che l’aria è cambiata, che il nuovo DS, il nuovo AD ed il nuovo allenatore vogliono lavorare in un certo modo. Se vuole andar via l’Inter deve pagare bene il giocatore e devo avere i soldi in tasca, altrimenti non lo faccio”.

Roma, Petrachi: “Barella vuole andare all’Inter”. 

“Sono state dette inesattezze. Il procuratore ha già incontrato la Roma prima di me ed avevano raggiunto parametri economici e lui era contento. Poi dopo l’addio di Monchi eccetera si è perso un po’ il discorso di calciomercato, perché si aspettava l’arrivo di chi è adatto. Si è perso un po’ di tempo, perché se si parla di tanti milioni bisogna condividere. Si è inserita l’Inter, che ha fatto la proposta al Cagliari, Conte ha chiamato il giocatore e l’ha motivato.

Il ragazzo ha ambizione di giocare la Champions. Io non ho mai cercato Barella, sono loro che hanno cercato me, dicendo che l’Inter stava traccheggiando. Tentar non nuoce, per me era già difficile prima, figuriamoci adesso. Il Cagliari vorrebbe darlo alla Roma, ma il giocatore ha scelto l’Inter. Barella può dire che vede il rallentamento e che vuole venire qui. Per ora è un capitolo chiuso. Forzare un giocatore e portarlo dentro, che aveva altre ambizioni. Deve avere motivazioni, se non le ha è giusto che vada lì”.