Roma in crisi, la rabbia dei tifosi: “Via le maglie, come il Genoa”

Pubblicato il 23 Aprile 2012 20:35 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2012 20:42

ROMA, 23 APR – Nell'epoca di internet anche le contestazioni dei tifosi di calcio sono sempre meno reali. Delusione e rabbia viaggiano in rete, tra social network e blog, siti specializzati e forum di messa in discussione. Ecco perche' le poche decine di sostenitori giallorossi che la scorsa notte hanno atteso la Roma di ritorno da Torino, dopo il pesante ko per 4-0 ad opera della Juve, non hanno fatto altro che anticipare il dibattito in rete.

Nel mirino della tifoseria soprattutto giocatori e allenatore, quel Luis Enrique ribattezzato prima 'Luigi Enrico' e poi 'Zichichi' per le sue scelte cervellotiche. La sconfitta contro i bianconeri, nel giorno dei fatti di Marassi, pero', 'regala' uno spunto in piu' alla contestazione romanista. In tanti, infatti, chiedono di ''levare la maglia'' in segno di rispetto per i colori della squadra capitolina. ''I tifosi del Genoa hanno esagerato ma su una cosa hanno ragione: via la maglia a chi non e' degno di indossarla e via Luis Enrique, che non potra' mai allenare una squadra di Seria A'' uno dei tanti messaggi postati sul sito Romanews.eu.

''Onore ai tifosi del Genoa che hanno chiesto ai propri giocatori di togliersi la maglia perche' indegni, con automatico esonero di Malesani – scrive un altro utente -.Prendiamo esempio, altro che progetto, questi ci stanno umiliando e basta. Toglietevi le maglie e chiedete scusa!''.

In molti, infine, lanciano l'idea di un'accoglienza fredda da riservare alla squadra mercoledi' allo stadio Olimpico per la partita in programma con la Fiorentina. ''Stadio vuoto mercoledi''', ''disertare la curva mi sembra la migliore protesta'', e ''non presentiamoci piu' allo stadio'' la proposta di diversi tifosi, stanchi di un progetto che tarda a decollare.