Roma. Rigore inventato, l’arbitro ammette l’errore. “Grazie per l’onestà, capitolo chiuso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Ottobre 2019 12:25 | Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2019 12:25
Roma, rigore inventato, l'arbitro ammette l'errore

I giocatori della Roma protestano con l’arbitro per il rigore concesso al Borussia

ROMA – L’arbitro scozzese Collum ha ammesso l’errore nell’assegnazione del rigore dell’1-1 al Borussia Moenchengladbach, al 95′ della partita di Europa League contro la Roma, e il club giallorosso ritiene chiuso il capitolo: lo riferisce il profilo Twitter della società, che nella notte ha pubblicato un messaggio.

La Roma: “Ringraziamo l’arbitro per l’onestà”

“Il management della Roma – si legge – dopo la partita ha parlato con gli ufficiali di gara, i quali hanno ammesso di aver commesso un errore nell’assegnazione del calcio di rigore. Li rispettiamo e li ringraziamo per l’onestà. Ora testa alla prossima partita”.

La società giallorossa, smaltite rapidamente delusione e rabbia (Pallotta: “La solita storia…”), ha dimostrato come si può voltare pagina con sportività e buonsenso. Un passo avanti rispetto all’andazzo “piagnone”. Corroborato dal tempestivo intervento, a fine partita, dell’allenatore Fonseca, intelligente nel bloccare le proteste dei suoi calciatori prima di conferire brevemente con l’arbitro.

Certo la vicenda dimostra anche che, nonostante difetti e passi falsi, il ricorso alla tecnologia Var è non solo indispensabile ma irreversibile. Incomprensibile la scelta Uefa di adottarla solo dai sedicesimi di finale in Coppa. 

L’allenatore del Borussia: “Non era mani né rigore”

“Abbiamo visto tutti quanti la scena e non era né mani né rigore, ma il calcio funziona così. Abbiamo avuto fortuna alla fine”. E’ l’onesta ammissione dell’allenatore del Borussia Moenchengladbach, Marco Rose, nel dopopartita della sfida di Europa League con la Roma. “Comunque, sul primo gol – dice ancora Rose – c’era fuorigioco sul calcio d’angolo”. Ma Rose capisce le recriminazioni e il malumore, anche via social, della Roma? “Non sono venuto qui per discutere sui singoli episodi – risponde l’allenatore del Borussia -. Io non avrei dato il rigore e capisco l’umore della Roma. Però vorrei mettere da parte questo episodio, e parlare solo di calcio”. (fonte Ansa)