Calciomercato Roma: Jung, Piris, Bosingwa e Insigne torna di moda, il punto

Pubblicato il 9 luglio 2012 9:37 | Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2012 9:37

Insigne e Zeman (LaPresse)

CALCIOMERCATO ROMA – La Roma sta trattando con tre terzini: Jung del Francoforte, Piris del San Paolo e Bosingwa calciatore svincolato dopo l’avventura al Chelsea.

Nel frattempo è tornato di moda Lorenzo Insigne perchè nè Lamela, nè Bojan stanno convincendo Zdenek Zeman.

“Non penso che per la Roma arriveranno grandi nomi dal mercato, non ci saranno quelli che voi chiamate “anche perchè credo che i grandi nomi la Roma li ha già in rosa. Arriveranno i giocatori che riteniamo utili al progetto tecnico-tattico di Zeman. I crac clamorosi non ci saranno”.

Queste le parole del direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini, dal ritiro della squadra giallorossa a Riscone di Brunico. Il ds, dopo il 9-0 inflitto da Totti e compagni alla rappresentativa della Val Pusteria nella prima amichevole stagionale, si e’ soffermato in conferenza stampa sul mercato romanista.

“Sono venuto qui in ritiro per parlare con alcuni giocatori, per informarli sui pensieri e gli intendimenti della societa’ – ha spiegato Sabatini – Borriello? E’ un giocatore sul mercato e lui lo sa bene”.

E in uscita dovrebbero esserci anche elementi come Heinze, Simplico, Pizarro, Greco e Bertolacci. Gli ultimi due potrebbero rientrare nelle trattative per portare nella Capitale il greco Tachtsidis (Genoa) e Bradley (Chievo).

Per il centrocampista americano Sabatini ha confermato che sono da limare ancora alcuni dettagli “ma entro un paio di giorni sarà in ritiro con noi”.

Più complicata invece la pista che porta a Jung dell’Eintracht. “Ho avuto una semplice chiacchierata con un intermediario del ragazzo – ha ammesso il dirigente romanista – Poi vedremo se nascera’ qualcosa, ma non penso che da Francoforte si vogliano disfare del giocatore”.

Dopo Sabatini, in conferenza stampa è stato il turno del tecnico Zeman, per parlare della prima uscita stagionale.

“Ma oggi non ho dato nessuna indicazione ai ragazzi, non avevano compiti specifici, non abbiamo mai provato a giocare insieme – le parole del boemo – Per me non e’ stato calcio: lo dobbiamo costruire insieme”.

“Totti attaccante esterno a sinistra? Io lo conosco in quella posizione, ma puo’ fare anche il centravanti puro – ha quindi aggiunto Zeman soffermandosi sul ruolo ricoperto in campo dal numero 10 – Lamela per me e’ un attaccante esterno, è un giocatore importante con grosse qualita’ e bisogna cercare di tirargliele fuori. Bojan? E’ un giocatore interessante e spero riesca a inserirsi nel mio gioco. Per ora gioca abbastanza individualmente e serve che si lavori per inserirlo. Bojan ha qualità immense e ha nelle gambe molti gol, ma deve giocare di più insieme ai compagni di squadra”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other