Juventus-Roma. Conte-Zeman, Osvaldo-Chiellini, Vucinic-Castan: quante sfide

Pubblicato il 29 settembre 2012 14:39 | Ultimo aggiornamento: 29 settembre 2012 17:41

Foto LaPresse

TORINO, JUVENTUS STADIUM – Juventus-Roma è una sfida tra due dei migliori allenatori del nostro calcio: Zdenek Zeman e Antonio Conte; ma è anche la partita tra campioni del calibro di Osvaldo, Giorgio Chiellini, Leandro Castan e Mirko Vucinic.

Conte ha saputo riportare in bianconero quella voglia di vincere che da sempre è nel Dna della Juventus ma che negli ultimi anni, soprattutto dopo le vicende di Calciopoli, non era più emersa.

Conte è un tecnico molto intelligente dal punto di vista tattico. La sua Juventus è imbattuta da quasi 50 partite di campionato e questa impresa si fonda non solo su ragioni caratteriali ma anche su motivi tattici.

Conte ha applicato diversi moduli nel corso della sua gestione: 3-5-3, 3-4-3, 4-3-3 e 4-4-2. E’ un allenatore molto moderno sotto questo punto di vista.

Zeman è il contrario. Il tecnico boemo non ha mai cambiato il suo schema nel corso della sua lunga carriera: 4-3-3 fino alla morte. Zeman è un integralista che ha saputo riportare nella tifoseria della Roma quella voglia di andare allo Stadio per divertirsi ed assistere ad una grande partita.

Zeman è anche il nemico storico del popolo Juventus per le sue dichiarazioni nei confronti dei bianconeri su questioni delicate come calciopoli ed il calcio scommesse.

La partita vedrà anche molti duelli interessanti tra i calciatori. Il duello  tra Osvaldo e Chiellini promette scintille. I due compagni di nazionale sono due calciatori che puntano molto sulla grinta e la potenza fisica.

Sia Osvaldo che Chiellini non sono al meglio dal punto di vista fisico ma probabilmente questa sera scenderanno in campo come titolari.

L’altra sfida nella sfida è quella tra l’ex giallorosso Mirko Vucinic e Leandro Castan. Il montenegrino potrebbe mettere in crisi il brasiliano con la sua tecnica ma Castan è reduce da una partita straordinaria contro la Sampdoria che gli è valsa la prima convocazione con il Brasile.