Cobolli Gigli: “Zeman un vecchio che fa un mestiere non per vecchi, si ritiri”

Pubblicato il 28 settembre 2012 19:47 | Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2012 19:48

Giovanni Cobolli Gigli

TORINO – Giovanni Cobolli Gigli infiamma, semmai ce ne fosse ancora bisogno, la vigilia di Juventus-Roma. A Radio Kiss Kiss Napoli l’ex presidente bianconero stuzzica Zeman: “Non lo fischierei allo stadio, ma sono dell’idea che le persone quando arrivano a una certa età diventano vecchie. E i vecchi devono uscire dalla scena, ritirarsi, chiacchierando con gli amici del bar dello sport, fumandosi una sigaretta o un sigaro come faccio io. Evitando di fare un mestiere che non è per vecchi”.

Cobolli Gigli, incalzato da Valter De Maggio, critica anche la scelta della dirigenza romanista di affidare la panchina al boemo: “I giallorossi hanno perso una grande occasione non prendendo Montella come allenatore, un giovane con le idee molto chiare che conosceva l’ambiente e che sta dimostrando di ottenere grandi risultati parlando poco e lavorando molto”.