Roma-Bologna, formazioni Serie A: Rudi Garcia con Totti – Ljajic dal 1′

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 settembre 2013 10:43 | Ultimo aggiornamento: 29 settembre 2013 10:44
Roma-Bologna, formazioni Serie A: Rudi Garcia con Totti - Ljajic dal 1' (LaPresse)

Roma-Bologna, formazioni Serie A: Rudi Garcia con Totti – Ljajic dal 1′ (LaPresse)

ROMA, STADIO OLIMPICO – Roma-Bologna, probabili formazioni della partita valida per la sesta giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.

ROMA-BOLOGNA ore 20.45 PROBABILI FORMAZIONI

Roma (4-3-3): De Sanctis; Dodò, Benatia, Castan, Balzaretti; Pjanic, De Rossi, Strootman; Florenzi, Totti, Ljajic
A disp.: Skorupski, Lobont, Ricci, Burdisso, Romagnoli, Jedvaj, Torosidis, Taddei, Marquinho, Caprari, Gervinho, Borriello. All: Garcia
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Destro, Bradley, Maicon, Lobont
Bologna (4-2-3-1): Curci; Garics, Antonsson, Mantovani, Morleo; Pazienza, Della Rocca; Kone, Diamanti, Laxalt; Cristaldo
A disp.: Agliardi, Stojanovic, Cech, Crespo, Christodoulopoulos, Moscardelli, Perez, Gimenez, Acquafresca. All: Pioli
Squalificati: Natali (2)
Indisponibili: Bianchi, Cherubin, Sorensen

Arbitro: Russo.

Tra vecchio e nuovo campionato, la Roma vince da 6 turni di fila: 2-1 in casa sul Napoli nel 2012/13, 2-0 a Livorno, 3-0 in casa sull’Hellas Verona, 3-1 a Parma, 2-0 sulla Lazio in casa e 2-0 a Marassi sulla Sampdoria quest’anno.

La Roma, che ancora non ha segnato alcuna rete nel primo tempo nella serie A 2013/14, ha un differenziale di +11 punti nelle riprese rispetto ai propri risultati al 45′ dopo le prime 5 giornate di campionato.

Il Bologna ha vinto solo una delle ultime 15 gare disputate in serie A, tra vecchia e nuova stagione: è successo il 12 maggio scorso, quando si è imposto per 2-0 a Parma.

Nelle altre 14 partite considerate, il bilancio rossoblu è stato di 9 pareggi e 5 sconfitte. (Ha collaborato Football Data).

Clicca qui per consultare la classifica del campionato italiano di calcio di Serie A.

Gli anticipi del sabato. 

Milan-Sampdoria 1-0 (0-0). Milan (4-3-2-1): Abbiati 6; Zaccardo 5.5, Zapata 6, Mexes 6, Constant 5.5; Poli 6.5 (30′ st Nocerino sv), De Jong 6.5, Muntari 5 (1′ st Emanuelson 6); Birsa 7 (21′ st Niang 6), Robinho 6.5; Matri 5. (1 Amelia, 59 Gabriel, 20 Abate, 33 Vergara, 24 Cristante). All.: Allegri 6.5. Sampdoria (4-4-2): Da Costa 6.5; De Silvestri 6, Mustafi 6.5, Regini 5.5, Costa 6; Gavazzi 5.5, Obiang 6.5, Palombo 5 (16′ st Kristicic 6), Wszolek 5 (7′ st Soriano 6); Sansone 5.5, Gabbiadini 5 (22′ st Petagna 6). (30 Fiorillo, 92 Tozzo, 13 Berardi, 7 Castellini, 28 Gastaldello, 27 Eramo, 33 Gentsoglou, 5 Renan, 9 Pozzi). All.: Rossi 5.5. Arbitro: Peruzzo 6. Reti: nel st 1′ Birsa. Recupero: 0′ e 3′. Angoli: 7-2 per il Milan Ammoniti: Costa, Gavazzi, Kristicic per gioco scorretto. Spettatori: 31.575 per un incasso di 760.905,76 ** I GOL – 1′ st: servito da Robinho, rasoterra vincente di Birsa che dal limite insacca nell’angolo basso alla sinistra del portiere.

Genoa-Napoli 0-2 (0-2). Genoa (3-5-2): Perin 5,5, Gamberini 5 (37′ pt Stoian 6,5), Portanova 6, De Maio 6,5, Vrsaljko 6,5, Biondini 6, Matuzalem 5,5 (14′ st Fetfatzidis 6), Kucka 5, Antonini 5,5 (1′ st Santana 6), Calaiò 4,5, Gilardino 5 (32 Donnarumma, 53 Bizzarri, 2 Sampirisi, 10 Lodi, 14 Cofie, 26 Centurion, 44 Sokoli, 69 Sturaro, 77 Konate). All.: Liverani 5. Napoli (4-2-3-1): Reina 6, Mesto 6,5, Britos 6,5, Albiol 6,5 (1′ st Cannavaro 6,5), Zuniga 6,5, Inler 6, Behrami 6,5, Insigne 6, Pandev 7,5 (35′ st Dzemaili), Callejòn 6, Duvan Zapata 6 (13′ st Higuain sv). (1 Cabral, 15 Colombo, 3 Uvini, 14 Mertens, 17 Hamsik, 21 Fernandez, 22 Radosevic, 27 Armero). All.: Benitez 7. Arbitro: D’Amato di Barletta 6 Reti: pt, 14′ e 24′ Pandev Angoli: 7 a 5 per il Napoli Recupero: 1′ e 3′ Ammoniti: Mesto, Matuzalem, Kucka per gioco scorretto; Higuain per proteste. Spettatori: 24.000 circa ***I GOL -14′ pt: Kucka sbaglia il passaggio a centrocampo all’indietro e libera Pandev che arriva tutto solo davanti a Perin e lo batte con un rasoterra facile facile. -24′ pt: un passaggio in mezzo all’area del Genoa deviato da un difensore libera ancora Pandev davanti a Perin che viene battuto con un altro rasoterra angolato.