Arrigo Sacchi esalta il Milan: “E’ da scudetto. Juve-Champions? Cristiano Ronaldo da solo non basta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 agosto 2018 18:01 | Ultimo aggiornamento: 23 agosto 2018 18:01
Arrigo Sacchi esalta il Milan: "E' da scudetto. Juve-Champions? Cristiano Ronaldo da solo non basta"

Arrigo Sacchi esalta il Milan: “E’ da scudetto. Juve-Champions? Cristiano Ronaldo da solo non basta”
ANSA/MATTEO BAZZI

MILANO – Arrigo Sacchi esalta il Milan. L’ex ct della Nazionale Italiana è stato intervistato dal Corriere della Sera e ha fatto i suoi pronostici sul campionato che è iniziato lo scorso fine settimana. E nemmeno per tutti perché il Milan deve ancora scendere in campo visto che ha saltato la prima giornata contro il Genoa per il crollo del ponte Morandi [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Secondo Sacchi, il Milan ha tutte le carte in regola per lottare per lo scudetto. E’ formato da giovani di assoluto valore come Caldara e Romagnoli, che Sacchi ha conosciuto ai tempi della sua esperienza nelle Nazionali giovanili, e ha piazzato un grande colpo di calciomercato con l’acquisto di Higuain.

Ma secondo Sacchi quello che fa veramente la differenza è la società. E il Milan ha piazzato dei “colpi” nello staff societario con l’inserimento di Paolo Maldini e Leonardo.

Milan che, secondo Sacchi, dovrà avere la meglio della Juventus, che è la strafavorita per il successo finale. Ma secondo l’ex allenatore del Milan, l’acquisto di Cristiano Ronaldo non garantisce la vittoria né in campionato, né tanto meno in Champions League. Allegri dovrà essere bravo a inserirlo nel suo sistema di gioco e il portoghese dovrà trovare la giusta intesa con i suoi nuovi compagni di squadra.

E il Napoli del suo “allievo” Ancelotti? Secondo Sacchi dovrà sudare camicie per vincere lo scudetto. Sacchi ha grande stima di Ancelotti ma il Napoli dovrà metabolizzare l’addio di Sarri. Secondo Sacchi, Sarri è uno dei migliori allenatori in circolazione ed era una benedizione per il calcio italiano ma purtroppo la Serie A se lo è fatto “scippare” dal Chelsea e dal campionato inglese.