Salah vuole salvare 4000 cani e gatti randagi egiziani dal macello

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 novembre 2018 18:28 | Ultimo aggiornamento: 30 novembre 2018 21:47
Salah vuole salvare 4000 cani e gatti randagi egiziani dal macello

Salah vuole salvare 4000 cani e gatti randagi egiziani dal macello

IL CAIRO (EGITTO) – In Egitto cresce lo sdegno per la prevista esportazione di più di quattromila cani e gatti randagi verso Paesi nei quali, al posto di una famiglia adottiva, troveranno le cucine di ristoranti di carne. E, come scrive agi.it, anche l’attaccante del Liverpool Mohamed Salah si scaglia contro il progetto: “Gatti e cani non saranno esportati da nessuna parte. Non succederà”, assicura il campione egiziano su Twitter. 

Come racconta oggi il quotidiano La Stampa, tutto ha avuto inizio la settimana scorsa, quando il quotidiano al-Masri al-Yawm ha diffuso la notizia che il Ministero dell’agricoltura del Cairo ha autorizzato l’esportazione di 2400 gatti e 1700 cani. Un numero preciso, non altrettanto le informazioni sui Paesi di destinazione.  

Come prosegue agi.it, le associazioni animaliste immediatamente hanno iniziato a manifestare le loro preoccupazioni sul destino di questi randagi temendo che possano finire in paesi dove cani e gatti vengono mangiati. Fra questi in cima alla lista c’è la Corea del Sud, dove tempo fa la deputata egiziana Margaret Azer proponeva di inviare gli animali di strada: “Diversi sudcoreani hanno criticato l’Egitto perché non esporta i suoi cani randagi anziché lasciare che feriscano la gente per strada”. 

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.