Salah, entrata con piede a martello in Liverpool-Porto: meritava espulsione

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 9 aprile 2019 23:04 | Ultimo aggiornamento: 9 aprile 2019 23:05
Salah, entrata con piede a martello in Liverpool-Porto: meritava espulsione

Salah, entrata con piede a martello in Liverpool-Porto: meritava espulsione

LIVERPOOL – Grave svista arbitrale dello spagnolo Lahoz nel corso di Liverpool-Porto 2-0, partita valida per l’andata dei quarti di finale di Champions League. Nel finale di partita, con il Liverpool in vantaggio di due gol, Salah è entrato con il piede a martello su un avversario. Nonostante in Champions League sia stato introdotto il var, né l’arbitro spagnolo, né i suoi assistenti hanno reputato giusto punire il calciatore egiziano con l’espulsione, che sarebbe stato il provvedimento più logico stando a quanto scritto sul regolamento. Non solo, a Salah non è stato mostrato nemmeno il cartellino giallo. L’ex attaccante della Roma ha chiuso la partita immacolato, non ha ricevuto né il cartellino giallo, né quello rosso. 

Salah, il popolo del web lo condanna: “Merita squalifica esemplare”.

Lo sbaglio dell’arbitro spagnolo Lahoz non è passato inosservato sui social network dove praticamente tutti hanno condannato la brutta entrata di Mohamed Salah. L’attaccante egiziano era particolarmente nervoso per aver fallito alcune comode occasioni da gol e dopo l’ennesima palla persa è entrato duramente sulla gamba dell’avversario.

Il fallo era intenzionale o meno? Una cosa è sicura, l’attaccante egiziano non ha tolto la gamba ed è andato fino in fondo. L’arbitro Lahoz non lo ha espulso ma il popolo del web lo ha condannato: “Merita una squalifica esemplare, merita almeno tre giornate”. Questo è il commento più ricorrente.