Salah minaccia di lasciare la nazionale: “La Federcalcio non mi tutela”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 agosto 2018 18:12 | Ultimo aggiornamento: 27 agosto 2018 18:12
Salah minaccia di lasciare la nazionale: "La Federcalcio non mi tutela"

Salah minaccia di lasciare la nazionale: “La Federcalcio non mi tutela” EPA/MELANIE DUCHENE

LIVERPOOL (INGHILTERRA) – La disputa, principalmente per questioni di sponsor ma non solo, tra ‘Momo’ Salah e la Federcalcio del proprio Paese, l’Egitto, non è affatto terminata. A precisarlo un tweet dell’ex attaccante della Roma, adesso idolo del Liverpool, che mette in dubbio il fatto di continuare a giocare per la Nazionale [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

“E’ normale che una Federazione miri a risolvere i problemi dei propri giocatori – ha spiegato Salah -, in modo da farli stare tranquilli. Ma in questo caso succede esattamente l’opposto”. Non è tutto, perché ‘Momo’, amato nel suo Paese al punto da aver ricevuto un milione di voti in occasione delle ultime elezioni presidenziali, si è sfogato ancora via social: “E’ normale che i miei messaggi e quelli del mio avvocato vengano ignorati? Non so perché ciò accada, ma possibile che non trovino il tempo di rispondere?”.

Salah lamenta l’uso scorretto dei suoi diritti d’immagine, in particolare il fatto che sull’aereo della Nazionale sia stato messo il suo volto e il nome di uno sponsor telefonico diretto concorrente della Vodafone col quale l’ex giallorosso ha un rapporto di patrocinio personale. La vicenda, che la Federazione con un comunicato ha promesso di risolvere “in 48 ore”, è stata commentata fra gli altri dal magnate Naguib Sawiris, che anni fa è stato sul punto di acquistare la Roma.

“E’ inconcepibile che un’icona dell’Egitto come Salah venga trattato in questo modo – ha twittato Sawiris -: spero che ora chi di dovere si dimetta”. Intanto il capo della commissione parlamentare Gioventù e Sport, Farag Amer, ha detto che il Presidente Abdel-Fattah el Sissi ha ordinato che la disputa venga risolta al più presto, visto che Salah minaccia di non rispondere alla convocazione del nuovo ct Javier Aguirre per le partite di settembre.