Il presidente del Porto è furioso con Salah: “Volere rompere una gamba a Danilo”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 10 Aprile 2019 17:35 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2019 17:36
Il presidente del Porto è furioso con Salah: "Volere rompere una gamba a Danilo"

Il presidente del Porto è furioso con Salah: “Volere rompere una gamba a Danilo”

LIVERPOOL – Il giorno dopo Liverpool-Porto non cessano le polemiche per l’orribile fallo di Mohamed Salah ai danni del calciatore avversario Danilo. Salah, visibilmente nervoso per aver fallito alcune comode occasioni da gol, è entrato con il piede a martello su Danilo. L’ex attaccante della Roma non ha tolto il piede e ha affondato il colpo sull’avversario. A rendere più grave il tutto, ci si è messo l’arbitro che non ha mostrato né il cartellino giallo né il cartellino rosso all’attaccante egiziano.

Pinto da Costa è furioso: “Salah andava espulso per orribile fallo su Danilo”.

Il presidente del Porto Pinto da Costa ha voluto protestare con i media inglesi contro la condotta di Mohamed Salah. Pinto da Costa è stato intervistato dal Mirror e dal Daily Mail. Le sue dichiarazioni sono state riportate da itasportpress.it.

“Danilo deve ringraziare Dio perché questo è un intervento per rompere la gamba”, ha detto il presidente. “Ringrazio Dio che Danilo non si è rotto la gamba dopo quel fallo. Salah è stato molto fortunato a non essere espulso per quel brutto fallo. L’attaccante del Liverpool arriva decisamente ben sopra la palla e pianta chiaramente i suoi tacchetti sullo stinco del suo avversario.

Le linee guida UEFA su questo tipo di falli sono chiare: qualsiasi intervento con i tacchetti sopra la caviglia è da cartellino rosso. Il VAR avrebbe dovuto richiamare l’arbitro nell’area di revisione, dove sono sicuro che avrebbe deciso di mandare via l’attaccante egiziano del Liverpool, ma adesso non è successo nulla e sarà libero di giocare nella gara di ritorno ad Oporto. Questa è una grande ingiustizia, il Porto è stato penalizzato”.