Calcio, un americano a Salerno: la società ceduta a Josef Cala

Pubblicato il 11 Febbraio 2011 17:07 | Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2011 17:17

SALERNO – Gli imprenditori americani partono all’assalto del calcio italiano. Mentre la cordata che fa capo che a Thomas DiBenedetto sta trattando l’acquisto della Roma l’ italo-americano Josef Cala è il nuovo proprietario della Salernitana calcio, che milita nel campionato di prima divisione.

Cala, originario della Sicilia, ma da anni trapiantato negli Stati Uniti, è a capo di un gruppo quotato in borsa con interessi nel settore alberghiero ed immobiliare. Stamani, a sorpresa, in un albergo del lungomare cittadino c’è stato l’annuncio ufficiale della conclusione dell’operazione, nel corso di una conferenza stampa alla quale ha preso parte anche l’ex patron granata Antonio Lombardi. Da quanto si è appreso la trattativa sarebbe stata avviata nella scorsa estate.

Poco chiari risultano al momento i termini dell’operazione. Josef Cala – come lui stesso ha dichiarato – provvederà alla copertura dell’ 80% delle passività. Nel corso dell’incontro con i giornalisti il nuovo patron della Salernitana, che ha dichiarato di volersi trasferire in città per seguire da vicino l’andamento della squadra, non ha voluto rivelare gli investimenti da effettuare, ma ha annunciato che la Salernitana sarà presto quotata in borsa. Poi ha anche affermato di voler puntare già quest’anno alla promozione in serie B ed in due stagioni portare i colori granata nella massima divisione.

Cala ha anche assicurato che ci sarà un immediato reintegro di quei calciatori posti fuori rosa, tra cui figura l’ex napoletano Montervino. ”Punterò molto sui giovani – ha detto – con investimenti mirati per creare un forte settore giovanile, come quelli del River Plate e del Boca Junior”.

Cala crede molto nell’allenatore Roberto Breda. ”Con lui – ha detto – avrò un rapporto assiduo. E’ un grande allenatore, uno dei migliori in circolazione”. Annunciata anche la realizzazione di un mega-store per sviluppare il merchandising e il coinvolgimento della tifoseria nella gestione della Salernitana. Ancora non avrebbe definito il suo staff, mentre in queste ore si registra l’abbandono del direttore sportivo Nicola Salerno; potrebbe essere prossimo all’addio anche il direttore generale Antonio Loschiavo.

Dopo sei anni, quindi, Antonio Lombardi esce di scena. Al suo attivo una promozione in serie B. Lombardi stamani nell’ accomiatarsi da stampa e tifosi ha chiesto scusa a tutti per gli insuccessi registrati nelle ultime stagioni. ”Sarò sempre un gran tifoso della Salernitana – ha detto – e spero che al più presto la squadra possa tornare a far gioire questa città e l’intera tifoseria”.