Sampdoria, Claudio Ranieri si avvicina: è lui la scelta di Ferrero

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Ottobre 2019 22:01 | Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre 2019 8:33
Sampdoria Claudio Ranieri allenatore scelto Ferrero passato Roma

Sampdoria, Claudio Ranieri ai tempi della Roma (foto Ansa)

GENOVA – Claudio Ranieri si avvicina alla Sampdoria ma adesso la società blucerchiata sta cercando l’accordo economico. Missione a Roma per la dirigenza blucerchiata che ha incontrato il tecnico e i suoi agenti per un primo confronto: Ranieri ha chiesto garanzie tecniche e un contratto biennale.

Importante la cifra richiesta come ingaggio ma in questi minuti è in corso una cena con l’entourage del tecnico per arrivare ad un’intesa anche la durata dell’accordo: la Sampdoria sarebbe pronta ad offrire 1 milione fino a giugno e poi rinnovo automatico in caso di salvezza con un ricco bonus.

La Sampdoria ha scelto Claudio Ranieri dopo i rifiuti di Stefano Pioli e Rino Gattuso. Il tecnico testaccino è stato preferito a Iachini e De Biasi. Ranieri vanta un curriculum, italiano ed internazionale, che gli altri due allenatori non potevano avvicinare nemmeno lontanamente. 

Dopo una discreta carriera da calciatore, esordisce nella Roma, ma lega il proprio nome soprattutto al Catanzaro di cui, tra il 1974 e il 1982, diventa il giocatore con più presenze in serie A, Claudio Ranieri è diventato uno degli allenatori più noti in Italia.

Si fa notare come allenatore conquistando due promozioni (dalla serie C1 alla serie A) con il Cagliari tra il 1988 e il 1991 e vincendo la Coppa Italia di Serie C; passa quindi al Napoli dove ottiene una qualificazione UEFA nel 1992.

Tra il 1993 e il 1997 allena la Fiorentina, con cui ottiene una promozione in serie A, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana. Nel 1997 si trasferisce in Spagna, dove rimane fino al 2000, allenando il Valencia (con cui vince una Copa del Rey) e l’Atlético Madrid, prima di passare al Chelsea dove rimane per quattro stagioni.

Dopo essere tornato per un anno a Valencia, nel 2007 rientra in Italia, dove allena il Parma, la Juventus, la Roma e l’Inter, ottenendo due secondi posti con Juventus e Roma. Dal 2012 al 2014 allena il Monaco in Francia, dove vince la Ligue 2 e arriva secondo nella Ligue 1.

Dopo un periodo come allenatore della Grecia conclusosi anticipatamente con un esonero, torna in Inghilterra al Leicester City e vince la Premier League nel 2016. Questo successo gli vale il premio come allenatore dell’anno da parte della FIFA (fonti Ansa e  Wikipedia).