Mima aereo Superga, daspo di due anni a tifoso Sampdoria

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Settembre 2019 18:32 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2019 18:32
Sampdoria daspo tifoso aereo Superga, il precedente Juventus Torino

I tifosi della Sampdoria in una foto di archivio dell’Ansa

GENOVA – Episodio vergognoso nel corso dell’ultima Sampdoria Torino di campionato.Un tifoso della squadra di casa ha mimato l’aereo di Superga per offendere i tifosi del Torino. L’autore di questo gesto è stato identificato dalla Digos grazie alle riprese delle telecamere dello Stadio Marassi di Genova ed è stato sanzionato dal questore con un daspo valido per due anni. 

La tragedia di Superga fu un incidente aereo avvenuto il 4 maggio 1949. Alle ore 17:03, il Fiat G.212 della compagnia aerea ALI, siglato I-ELCE, con a bordo l’intera squadra del Grande Torino, si schiantò contro il muraglione del terrapieno posteriore della basilica di Superga, che sorge sulla collina torinese; le vittime furono 31.

L’aereo stava riportando a casa la squadra da Lisbona, dove aveva disputato un incontro amichevole contro il Benfica, organizzata per aiutare, con l’incasso, il capitano della squadra lusitana Francisco Ferreira, in difficoltà economiche.

 Nell’incidente perse la vita l’intera squadra del Torino, vincitrice di cinque scudetti consecutivi dalla stagione 1942-1943 alla stagione 1948-1949  e che costituiva la quasi totalità della Nazionale italiana.

Nell’incidente morirono anche i dirigenti della squadra e gli accompagnatori, l’equipaggio e tre noti giornalisti sportivi italiani: Renato Casalbore (fondatore di Tuttosport); Renato Tosatti (della Gazzetta del Popolo, padre di Giorgio Tosatti) e Luigi Cavallero (La Nuova Stampa). Il compito di identificare le salme fu affidato all’ex commissario tecnico della Nazionale Vittorio Pozzo, che aveva trapiantato quasi tutto il Torino in Nazionale. 

Non solo Sampdoria Torino, il precedente con il tifoso punito dalla stessa Juventus per aver mimato l’aereo di Superga. 

Non potrà mettere piede nello stadio della Juventus per cinque anni il tifoso ripreso durante il derby dello scorso anno mentre mimava il volo di un aereo, gesto offensivo verso il Grande Torino alla vigilia del 70/o anniversario della tragedia di Superga.

E’ il provvedimento deciso dal club bianconero, dopo i controlli effettuati in collaborazione con la Questura. Il tifoso colpito dal ‘daspo societario’ non ha potuto essere all’Allianz Stadium nemmeno il 19 maggio per Juve-Atalanta quando è stata consegnata ai bianconeri la coppa dello scudetto (fonti Ansa e Wikipedia).