Sampdoria, Ferrero: “Non vogliamo tornare a giocare. Come lo spiego a Gabbiadini?”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Aprile 2020 14:59 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2020 14:59
Sampdoria, Ferrero: "Non vogliamo tornare a giocare. Come lo spiego a Gabbiadini?"

Sampdoria, Ferrero: “Non vogliamo tornare a giocare. Come lo spiego a Gabbiadini?” (foto Ansa)

GENOVA – Massimo Ferrero come Massimo Cellino.Il numero uno della Sampdoria non vuole tornare a giocare con la minaccia del coronavirus che incombe ancora su tutto il mondo. 

A spiegarlo, è lo stesso Ferrero nel corso di una intervista rilasciata a Il Secolo XIX.

“Giocare… capite? Immaginatevi Gabbiadini, ha avuto il coronavirus, si è ripreso da poco e devo dirgli magari che a maggio si torna in campo. Non è una macchina, che è spenta e la riaccendi. E che testa avrà per giocare…

Chi ci andrà allo stadio? La gente con le mascherine? Basta parlarsi addosso. Affrontiamo questo momento con testa e dignità”.

Qualche giorno fa, Ferrero aveva espresso gli stessi concetti nel corso di una intervista rilasciata a Radio Radio. 

“Per me il campionato di Serie A è finito con questa classifica. Mi dispiace per Lotito che sicuramente mi odierà ma la vita va così… il prossimo anno il campionato potrebbe essere a ventidue squadre per premiare le prime due della Serie B senza retrocedere nessuno dalla Serie A”.

“Che Serie A dovrebbe essere l’anno prossimo? La stessa di quest’anno. Per me il campionato finisce qui. L’anno prossimo si potrebbe giocare a 22 squadre”.

“Il Benevento che ha 69 punti che deve dire? Non può restare a guardare. Scudetto? So che Lotito mi odierà ma così è la vita. Per me finisce così, con queste posizioni. Questa è la direzione da prendere”.

 “Facciamo un’ipotesi, ci danno un mese di preparazione, poi dovremo fare dodici partite. Arriviamo ad agosto. Che succede con il campionato successivo? Cominciamo a parlare del dopo, non del prima”.