Calcio Sampdoria, Garrone non perdona: “Cassano è in buona fede, ma la sostanza non cambia

Pubblicato il 9 Novembre 2010 11:54 | Ultimo aggiornamento: 9 Novembre 2010 12:40

Cassano ”è in buona fede perché negli scatti di ira capita di dire cose che non si pensano e soprattutto di non ricordarsi le cose che si dicono”, ma ”la sostanza della questione non cambia” e quindi si aspetta la decisione del collegio arbitrale.

Il presidente della Sampdoria, Riccardo Garrone, a margine della riunione dei presidenti della Lega a Milano, pur mostrando comprensione nei confronti del campione blucerchiato, non cambia la sua linea. ”La sostanza della questione non cambia” ha esordito Garrone, che ha detto di voler aspettare di conoscere la decisione del collegio arbitrale prima di valutare una ipotesi di cessione dell’attaccante.

Tuttavia il presidente della Samp ha riconosciuto la ”buona fede di Cassano, che in una intervista televisiva aveva ribadito di non aver mai pronunciato insulti nei confronti del patron blucerchiato. ”L’hanno sentito tutti i colleghi – ha detto Garrone – ma credo che lui sia in buona fede perché’ negli scatti di ira capita di dire cose che non si pensano e soprattutto di non ricordarsi le cose che si dicono”.

Quelle parole però Garrone dice di ricordarle bene e che e’ difficile dimenticarle. E’ per questo motivo che intende proseguire con ”coerenza” in una battaglia che è diventata di principio. Anche perché, incalzato dalle domande, Garrone ha ammesso che le giocate di Cassano mancano alla Samp. ”Chi è che gioca come lui?”, ha chiesto Garrone.

Vai a questa pagina, clicca “MI PIACE”, e diventa fan  della tua squadra del cuore per avere informazioni in tempo reale sulla tua homepage di Facebook.