Sampdoria-Lazio, formazioni Serie A: Sinisa Mihajlovic esordio da allenatore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Novembre 2013 - 13:14 OLTRE 6 MESI FA
Sampdoria-Lazio, formazioni Serie A: Sinisa Mihajlovic esordio da allenatore (LaPresse)

Sampdoria-Lazio, formazioni Serie A: Sinisa Mihajlovic esordio da allenatore (LaPresse)

GENOVA, STADIO LUIGI FERRARIS – Sampdoria-Lazio, probabili formazioni della partita valida per la tredicesima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A. Fischio d’inizio alle ore 15.00.

SAMPDORIA-LAZIO ore 15

Sampdoria (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Costa; Palombo, Maresca; Gabbiadini, Krsticic, Soriano; Pozzi
A disp.: Fiorillo, Tozzo, Fornasier, Obiang, Poulsen, Gavazzi, Rodriguez, Regini, Wszolek, Renan, Bjarnason, Petagna. All.: Mihajlovic
Squalificati: Eder (1)
Indisponibili: Sansone
Lazio (3-4-3): Marchetti; Ciani, Cana, Radu; Cavanda, Onazi, Ledesma, Lulic; Candreva, Floccari, Keita
A disp.: Berisha, Strakosha, Novaretti, Konko, Vinicius, Pereirinha, Gonzalez, Biglia, Ederson, Hernanes, Felipe Anderson, Perea. All.: Petkovic
Squalificati: Mauri (fino al 2 maggio 2014)
Indisponibili: Biava, Alfaro, Klose, Dias

Sinisa Mihajlovic, al debutto da tecnico blucerchiato, festeggia contro la Lazio la 100/a panchina ufficiale della propria carriera professionistica in Italia. Le attuali 99 panchine – collezionate alla guida di Catania, Bologna e Fiorentina – sono così suddivise: 92 in serie A e 7 in coppa Italia, con bilancio di 32 successi, 35 pareggi e 32 sconfitte. Il debutto ufficiale di Mihajlovic in Italia risale all’8 novembre 2008: Bologna-Roma 1-1, in serie A. La Lazio ha vinto solamente una delle ultime 7 partite giocate in campionato: l’unico successo risale allo scorso 27 ottobre, quando si è imposta per 2-0 all’Olimpico sul Cagliari. Nelle altre 6 partite considerate lo score biancoceleste è stato di 4 pareggi e 2 sconfitte. Non va bene nemmeno l’andamento esterno, dal momento che la Lazio ha vinto solo una delle ultime 15 trasferte ufficiali disputate tra vecchia e nuova stagione, quindi coppe comprese: è accaduto l’8 maggio scorso quando, in serie A, si è imposta per 3-1 a Milano contro l’Inter. Nelle altre 14 partite considerate il bilancio esterno biancoceleste è stato di 7 pareggi ed altrettante sconfitte. E’ destino di Petkovic battezzare gli allenatori subentranti a stagione in corso della Sampdoria: fu proprio il mister della Lazio primo avversario di Delio Rossi il 22 dicembre scorso (1-0 biancoceleste a Marassi), è ancora oggi lui a tenere a battesimo l’ex Mihajlovic. (Ha collaborato Football Data).

Gli anticipi del sabato.

Milan-Genoa 1-1, pagelle e tabellino 

Milan (4-3-1-2): Abbiati 6; Abate 5.5, Zapata 5.5, Bonera 6, Emanuelson 6; Poli 5.5 (28′ st Robinho 5.5), De Jong 6.5, Muntari 5.5 (1′ st Birsa 5.5); Kakà 6.5; Matri 5, Balotelli 5.5. (59 Gabriel, 35 Coppola, 26 Silvestre, 21 Constant, 24 Cristante, 8 Saponara, 78 Niang). All.: Allegri 5.5.

Genoa (3-4-3): Perin 7; Antonini 6.5, Portanova 6, Manfredini 5; Vrsaljko 6, Matuzalem 5.5, Biondini 6 (32′ st Cofie sv), Sampirisi 5.5 (1′ st Bertolacci 6); Fetfatzidis 6 (1′ st Marchese 6), Gilardino 6.5, Antonelli 6. (53 Bizzarri, 4 De Maio, 5 Gamberini, 10 Lodi, 26 Centurion, 9 Stoian, 16 Calaiò, 17 Santana, 77 Konate. All.: Gasperini 6.5. Arbitro: Gervasoni 6. Reti: nel pt 4′ Kakà, 8′ Gilardino Recupero: 1′ e 4′ Angoli 12 a 0 per il Milan Ammoniti: Emanuelson, Zapata, Biondini, Bonera per gioco falloso Espulsi: Manfredini Spettatori: 34.848 per un incasso 789.656,64

I GOL – 4′ pt: preciso lancio di De Jong a pescare Kakà che batte Perin con una giocata di gran classe. – 8′ pt: Gilardino trasforma il calcio di rigore per il fallo in area di Emanuelson ai danni del greco Fetfatzidis.

Napoli-Parma 0-1, pagelle e tabellino

NAPOLI (4-2-3-1): Reina 6, Maggio 4,5, Albiol 6, Britos 5,5, Armero 6,5, Behrami 6, Inler 6 (42′ st Zapata sv), Callejon 4,5, Pandev 5 (22′ st Hamsik sv – 31′ st Mertens sv)), Insigne 4,5, Higuain 5,5. (1 Rafael, 15 Colombo, 3 Uvini, 2 Reveillere, 28 Cannavaro, 21 Fernandez, 20 Dzemaili, 22 Radosevic). All.: Benitez 5.

PARMA (3-5-2): Mirante 6, Cassani 6,5 (26′ st Benalouane 6), Lucarelli 6,5, Felipe 6,5, Biabiany 5,5 (40′ Paletta sv), Gargano 5,5, Marchionni 6 (29′ st Acquah sv), Parolo 6,5, Gobbi 6,5, Cassano 7, Sansone 5,5. (91 Bajza, 43 Coric, 3 Mesbah, 10 Valdes, 23 Mendes, 24 Munari, 26 Mauri, 17 Palladino, 11 Amauri). All. Donadoni 7. Arbitro: Mazzoleni di Bergamo 6,5. Reti: nel st 35′ Cassano. Angoli: 6 a 5 per il Parma. Recupero: 1′ e 3′. Ammoniti: Gargano, Benalouane e Britos per gioco scorretto, Higuain per proteste. Spettatori: 28 mila.

I GOL*** – 35′ st: Insigne perde palla sulla trequarti campo. Parte il contropiede del Parma con Cassano che s’impossessa del pallone, scende in verticale fino al limite dell’area di rigore dove lascia partire un rasoterra precisissimo che s’insacca alla destra di Reina.