Sampdoria-Milan, gaffe Gianni Cerqueti: “C’è la rete”, ma la palla è uscita… VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 gennaio 2019 13:03 | Ultimo aggiornamento: 15 gennaio 2019 13:04
Sampdoria-Milan, gaffe Gianni Cerqueti: "C'è la rete", ma la palla è uscita... VIDEO

Sampdoria-Milan, gaffe Gianni Cerqueti: “C’è la rete”, ma la palla è uscita… VIDEO

ROMA – Clamorosa gaffe del telecronista Rai Gianni Cerqueti nel corso del secondo tempo di Sampdoria-Milan di Coppa Italia. Il trequartista della Sampdoria, ed ex Milan, Riccardo Saponara si libera e conclude verso la porta in diagonale, la sfera sembra poter entrare e così il giornalista romano si lascia andare a un “c’è la rete”, ma con troppo anticipo. La traiettoria della conclusione infatti esce e così a Cerqueti non resta che aggiungere: “quasi, sfiorata”, ma ormai il pasticcio è compiuto e i social sono scatenati.

Ma gli errori ci sono stati praticamente in quasi tutte le partite di Coppa Italia: dai nomi sbagliati (come in Napoli-Sassuolo) a tante altre leggerezze. C’è chi l’ha buttata sull’ironia: “Telecronaca Rai soporifera Stadio vuoto #InterBenevento spot ideale contro la violenza e il razzismo negli stadi” o anche “La #Rai ha sfruttato davvero male la sua esclusiva sulla Coppa Italia (che a dire il vero risulta sempre ingiustamente sottovalutata). Qualità video pessima, telecronaca soporifera, tutti i format lenti e noiosi. Non siamo negli anni 70”. Oppure: “Stamattina ho ancora in testa la telecronaca della Rai: 1. Avessero azzeccato un nome. 2. Hanno un tono di voce così coinvolgente che ricordano me quando mi alzo la mattina presto. 3. Sono di un’ignoranza calcistica imbarazzante”. Qualcuno la mette sul ridere: “Beh ieri sera c’è stato: … del tutto involontario il tocco di spalla che è perfettamente attaccata al corpo…”.

Ma c’è chi come l’ex arbitro Luca Marelli mette il dito nella piaga e affonda il colpo su twitter: “Giuro, ci ho provato. Guardare #InterBenevento con l’audio, anche per rendermi conto di quale ambiente possa esserci in un San Siro deserto. Dopo aver sentito che il rigore sarebbe stato assegnato per “danno procurato”, ho spento l’audio. Anno 2019, “danno procurato…”. Marco Lollobrigida della Rai prova sui social la difesa d’ufficio e scrive: “È stato un errore del collega. Un luogo comune che in molti ancora affermano. Può capitare. A lei è mai capitato di sbagliare arbitraggio? E con quali conseguenze?”. Ma Marelli non fa sconti: “Caro Dottor Lollobrigida, apprezzo il suo intervento ma il problema è un altro. Quando sbagliavo venivo sospeso: ma non mi è mai piaciuta come conseguenza, preferivo capire i miei errori”.