Sampdoria, rimpatriata a Milano per festeggiare scudetto 1991

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 26 febbraio 2019 16:48 | Ultimo aggiornamento: 26 febbraio 2019 17:21
Sampdoria, rimpatriata a Milano per festeggiare scudetto 1991

Sampdoria, rimpatriata a Milano per festeggiare scudetto 1991

MILANO – I calciatori della Sampdoria che hanno vinto lo scudetto del 1991 hanno deciso di fare una rimpatriata a Milano per festeggiare l’ultimo tricolore conquistata dalla società blucerchiata. Come da moda, il tutto è stato immortalato sui social network con il ct della Nazionale Italiana Roberto Mancini che ha pubblicato alcuni aggiornamenti e storie Instagram insieme a Gianluca Vialli, Gianluca Pagliuca, Attilio Lombardo, Pietro Vierchwood ed altri “eroi” di quella Sampdoria che ha compiuto l’impresa. Oltre ai calciatori citati sopra, la rosa di quella Sampdoria era composta anche da stelle del calibro di Oleksij Mychajlyčenko, Toninho Cerezo, Srečko Katanec, Ivano Bonetti, Giuseppe Dossena e capitan Luca Pellegrini.

Sampdoria festeggia scudetto 1991 a Milano, da Instagram

L’allungo decisivo della Sampdoria fu piazzato nel mese di maggio del 1991, quando la vittoria sull’Inter – unita alla successiva battuta d’arresto dei nerazzurri per mano del Genoa – rese incolmabile il distacco; lo Scudetto, il primo nella storia del club, venne vinto aritmeticamente grazie al 3-0 sull’ormai retrocesso Lecce. Concluso il torneo con 5 punti di margine sulle milanesi, la Sampdoria sfiorò l’accoppiata di trofei: nella finale di Coppa Italia, si arrese però alla Roma.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#sampcampioneditalia #genova #mancio

Un post condiviso da Roberto Mancini (@mrmancini10) in data: