Calciomercato Sampdoria: Pazzini, De Silvestri, Insigne, tutte le trattative

Pubblicato il 14 luglio 2012 10:40 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2012 10:40

CALCIOMERCATO SAMPDORIA E’ un periodo straordinario per la Sampdoria: dopo l’arrivo di Maxi Lopez, ex Milan e Catania, i blucerchiati stanno chiudendo due altre operazioni di calciomercato (Pazzini e De Silvestre). Resta complicata, invece, la trattativa per arrivare ad Insigne.

Fiorentina e Sampdoria stanno per chiudere l’accordo per il trasferimento a titolo definitivo del difensore viola Lorenzo De Silvestri al club blucerchiato. Le parti stanno limando gli ultimi dettagli e domani potrebbe essere dato l’annuncio ufficiale.

De Silvestri, romano, 24 anni, era giunto a Firenze nel 2009 proveniente alla Lazio. In tre stagioni con la maglia viola ha accumulato 74 presenze in campionato.

Pazzini è l’obiettivo numero uno per l’attacco. Un tridente con Pozzi, Pazzini e Maxi Lopez non è da “salvezza” ma da zona Champions League. Garrone lo sà benissimo ed è pronto a far sognare i suoi tifosi.

Pazzini è il prototipo dell’attaccante moderno. Può giocare come prima o seconda punta. Ha una buona fisicità ma non è lento. Sà inserirsi negli spazi senza palla ed è letale nel gioco aereo.

Pazzini è l’attaccante ideale da schierare al fianco di Maxi Lopez. Pazzini è reduce da una buona esperienza con la maglia dell’Inter ma adesso ha bisogno di nuove motivazioni.

Pazzini è legato “sentimentalmente” alla Sampdoria e sarebbe felicissimo di tornare nel club che lo ha lanciato nel grande calcio della serie a.

L’ingaggio di Pazzini non è un ostacolo anche perchè il “Pazzo”, pur di tornare alla Sampdoria , è pronto a ridursi in maniera considerevole l’ingaggio.

Si complica la trattativa per Lorenzo Insigne del Napoli. Il calciatore partenopeo sarebbe felice di trasferirsi alla Sampdoria ma il suo allenatore Walter Mazzarri lo ha letteralmente blindato dopo la cessione di Ezequiel Lavezzi.

Potrebbe partire anche Edinson Cavani e per questo motivo il Napoli non può mettersi il lusso di cedere Insigne ad una diretta concorrente come la Sampdoria per la “zona Europa”.