Derby. Sampdoria aspetta il Genoa e vince con i gol dei difensori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 settembre 2014 23:35 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2014 23:35
Derby. Sampdoria aspetta il Genoa e vince con i gol dei difensori

Derby. Sampdoria aspetta il Genoa e vince con i gol dei difensori (LaPresse)

GENOVA -Una vittoria per sognare quella conquistata dalla Sampdoria che batte il Chievo e vola alle spalle delle due regine del campionato Roma e Juventus raggiungendo Inter e Verona a pochi giorni dal derby contro il Genoa.

Con un gol per tempo, entrambi segnati da difensori (Gastaldello e Romagnoli) gli uomini di Mihajlovic regolano un Chievo troppo passivo nei primi sessanta minuti e impreciso nel finale alla ricerca del pareggio. Per gli uomini di Corini si tratta della terza sconfitta in quattro partite, la seconda consecutiva dopo quella casalinga contro il Parma. All’inizio entrambi i tecnici optano per un turn over massiccio, schierando le squadre quasi in maniera speculare con il trequartista, Soriano per la Samp Hetemaj per il Chievo, alle spalle delle punte. La prima fase della gara è di studio tanto che per la prima azione degna di nota bisogna attendere il 20′ quando Bergessio non sfrutta al meglio una passaggio di Okaka facendosi deviare in angolo il tiro da un difensore. Poco dopo ci prova Soriano che raccoglie una corta respinta della difesa e colpisce al volo ma il pallone termina alto.

Al 35′ è Krsticic a rendersi pericoloso colpendo di testa da pochi passi ma Bardi respinge in angolo. Il primo sussulto per gli ospiti arriva al 39′ quando Paloschi scatta in contropiede ma il suo cross in mezzo viene vanificato dal tocco debole e impreciso di Hetemaj. In pieno recupero ecco il vantaggio dei padroni di casa con Romagnoli che sorprende la difesa del Chievo toccando centralmente per Gastaldello, il capitano si ritrova a tu per tu con Bardi e lo batte infilando la sfera nell’angolino alla sinistra. Al rientro dagli spogliatoi solo un cambio con Obiang che sostituisce Rizzo mentre Corini cambia il Chievo al 13′ inserendo Botta e poco dopo Birsa per un 4-2-4 spregiudicato ma alla fine poco incisivo. Proprio Botta si rende pericoloso al 18′ cercando di risolvere una mischia in area blucerchiata ma il suo tiro trova pronto Viviano. Alla mezz’ora ci prova Birsa direttamente da fuori area con un tiro che non sorprende però Viviano, il portiere di casa si stende in tuffo e respinge.

La Sampdoria risponde con Mesbah che dopo una fuga sulla fascia cerca il tiro potente dal vertice di sinistra ma trova Bardi pronto. Al 35′ il raddoppio dei padroni di casa: angolo da sinistra, tacco di Okaka sul primo palo che si trasforma in un perfetto assist per Romagnoli appostato sul palo opposto. Il centrale schiaccia di testa sotto la Gradinata Sud per la sua prima rete con la maglia della Sampdoria. Gli ultimi minuti vedono il Chievo alla disperata ricerca del gol che potrebbe riaprire la gara, rete che arriva al 44′ con Paloschi bravo a sorprendere dal limite Viviano con un tiro a metà tra il pallonetto e il colpo ad effetto nel sette alla sinistra dell’estremo difensore blucerchiato. Non bastano 180 secondi di recupero alla squadra di Corini che nonostante l’ultimo vano assalto esce sconfitta dal Ferraris. Per la Sampdoria non poteva esserci viatico migliore in vista del derby in programma domenica prossima contro il Genoa..