Sampdoria, la cordata di Vialli si ritira: “Richieste di Ferrero fuori dalla reale quotazione”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Ottobre 2019 12:51 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2019 12:51
Sampdoria Vialli cordata ritira richieste Ferrero fuori mercato

Sampdoria, Gianluca Vialli nella foto Ansa

GENOVA – La trattativa per il passaggio della Sampdoria da Massimo Ferrero alla cordata di Vialli è sfumata definitivamente. Lo comunica la stessa CalcioInvest attraverso un comunicato stampa dove viene spiegata la decisione. La cordata di Vialli ha deciso di rinunciare all’acquisto della Sampdoria perché ha ritenuto le “Richieste di Ferrero fuori dalla reale quotazione del club“.

Il gruppo Vialli con un comunicato annuncia il ritiro dalla trattativa per l’acquisto della società. Il comunicato è riportato integralmente da La Repubblica nella sua edizione online. 

“CalcioInvest comunica di essersi ritirata oggi dalla trattativa per l’acquisto della società U.C. Sampdoria S.p.a.
Al termine di un lungo ed attento processo di due diligence, svolto con entusiasmo e professionalità, Calcioinvest ha valutato eccessiva la richiesta economica dell’attuale proprietà, considerandola nettamente superiore ai valori di mercato, anche in considerazione degli importanti investimenti che Calcioinvest ritiene necessari per riportare il club a livelli di competitività all’altezza della sua tradizione.

Calcioinvest rammaricandosi per l’esito della trattativa, purtroppo protrattasi ben oltre l’inizio della stagione agonistica, si augura vivamente che la società e la squadra riescano a superare al più presto il momento di difficoltà.
CalcioInvest ringrazia inoltre la societa S.Quirico SpA per la disponibilità dimostrata in questi mesi nel tentativo di favorire la transazione tra le parti”.

Sfumato il passaggio di proprietà, la Sampdoria deve occuparsi con una certa urgenza della crisi tecnica della squadra. I blucerchiati sono ultimi in classifica, in piena zona retrocessione, e pagare per tutti dovrebbe essere l’allenatore. Eusebio Di Francesco dovrebbe essere sostituito da Stefano Pioli. 

Il condizionale è d’obbligo perché il tecnico, corteggiato anche dai cugini del Genoa e contattato anche dal Milan, sta prendendo tempo per arrivare alla decisione migliore per lui e per la sua carriera.

Pioli sognerebbe un approdo al Milan ma in questo momento è considerato la terza scelta dei rossoneri dopo Spalletti e Rudi Garcia. Alla fine, dovrebbe firmare con la Sampdoria e dovrebbe fare il suo esordio nel match casalingo contro la Roma (fonte La Repubblica).