San Siro, tifoso cade dal primo anello durante Atalanta-Shakhtar: non è grave

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Ottobre 2019 9:17 | Ultimo aggiornamento: 2 Ottobre 2019 9:17
I tifosi dell'Atalanta a San Siro, Ansa

I tifosi dell’Atalanta a San Siro (Ansa)

ROMA – Un tifoso dell’Atalanta è caduto dal primo anello verde dello Stadio San Siro (da un’altezza di circa quattro metri), durante la sfida di Champions League contro lo Shakhtar Donetsk.

Il tifoso dell’Atalanta, 33 anni, è stato subito trasportato in codice giallo all’ospedale San Carlo dal personale sanitario dello stadio e non è in pericolo di morte.

Al momento non è chiara la dinamica che ha portato alla caduta del tifoso. Nelle prossime ore verranno probabilmente studiate le immagini delle telecamere di sicurezza dello stadio e verranno anche ascoltati i testimoni oculari.

La cronaca della partita.

Rischia di diventare la Champions League dei rimpianti per l’Atalanta di Gian Piero Gasperini dopo l’incredibile sconfitta (1-2) arrivata al 95′ contro lo Shakhtar Donetsk. Il rigore sbagliato da Ilicic (15′), il palo di Pasalic (27′), il soffio che nega il gol a Malinovskyi (88′) e il riflesso al 90′ di Pyatov su Gomez tormenteranno i sonni dei nerazzurri, incapaci di mantenere il momentaneo vantaggio di Zapata (28′). Una pura illusione di gloria. L’Atalanta viene colpita duro, in maniera spietata, sempre verso lo scadere dei due tempi, sintomo di una scarsa abitudine ai palcoscenici d’elite : a ribaltare il risultato, nella prima a San Siro in una cornice commovente con un pubblico indomabile che incita ininterrottamente la squadra, ci pensano Junior Moraes (41′) e Solomon (95′).

Gasperini, perdere così fa male – “Perdere così fa male”. L’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, commenta così la sconfitta al 95′ contro lo Shakhtar in Champions League. “I ragazzi – aggiunge a Sky Sport – sono stati bravissimi e sono dispiaciuto per loro, il risultato è cattivo e non valorizza la prestazione. Ci abbiamo messo del nostro nell’ultima azione. In Champions non raccogliamo quanto seminiamo. Abbiamo giocato da Atalanta. In Champions il livello è altissimo, si esce sempre con qualcosa in più”.

Fonte: Ansa.