Sarri, Conte, Gasperini e Giampaolo: tutti i nomi accostati alla panchina della Roma

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 20 marzo 2019 14:35 | Ultimo aggiornamento: 20 marzo 2019 14:37
Sarri, Conte, Gasperini e Giampaolo: tutti i nomi accostati alla panchina della Roma

Sarri, Conte, Gasperini e Giampaolo: tutti i nomi accostati alla panchina della Roma ANSA/ CESARE ABBATE

ROMA – Complice la sosta per le partite delle Nazionali, in casa Roma si torna a parlare con una certa insistenza dell’allenatore per la prossima stagione. Tutti danno per scontato l’addio di Claudio Ranieri, tecnico scelto come traghettatore con contratto da tre mesi, al termine del campionato. Ranieri potrebbe restare nei quadri societari come direttore tecnico ma questo è ancora tutto da vedere. Per il prossimo allenatore, la Roma ha un piano A, che comprende tecnici del calibro di Maurizio Sarri ed Antonio Conte, ed un piano B nel caso in cui la squadra non riuscisse a qualificarsi per la prossima Champions League con mister preparati ma meno costosi come Gian Piero Gasperini e Marco Giampaolo. 

Sarri alla Roma? Ecco cosa deve succedere

Sarri ha un contratto ricco con il Chelsea, guadagna 6 milioni di euro a stagione e non ha alcuna intenzione di presentare le dimissioni. Sarri potrebbe tornare buono per la panchina della Roma solamente nel caso in cui venisse esonerato dal Chelsea. Il discorso Conte è invece diverso.

Il tecnico pugliese chiede un ingaggio anche superiore a quello di Sarri ma si sta per liberare definitivamente dell’impegno contrattuale con il Chelsea. La Roma per prenderlo, dovrebbe fare un sacrificio come quello del Napoli della scorsa estate con Carlo Ancelotti. 

Più semplici le piste che portano a Gasperini e Giampaolo. Entrambi i tecnici sono in attesa di una grande occasione. Per Giampaolo sarebbe la prima grande panchina della sua carriera, mentre Gasperini ci riproverebbe dopo il fallimento all’Inter datato 2011. Gasperini e Giampaolo sarebbero due obiettivi importanti in caso di mancata qualificazione alla prossima Champions League.

Sono allenatori molto capaci nel lavorare con i giovani e nel corso di questi anni hanno lanciato a grandi livelli calciatori che prima erano sconosciuti ai più. Due esempi eclatanti sono quelli di Cristante e Schick, giocatori pagati a peso d’oro dalla Roma dopo essere stati lanciati nel calcio che conta da Gasperini e Giampaolo.