Sarri, grattatina e parolaccia: “Vinco lo scudetto ma vengo criticato? Forse sto sui c… a qualcuno”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Luglio 2020 20:08 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2020 20:08
Sarri, grattatina e parolaccia: "Vinco lo scudetto ma vengo criticato? Forse sto sui c... qualcuno"

Sarri, grattatina e parolaccia: “Vinco lo scudetto ma vengo criticato? Forse sto sui c… a qualcuno” (foto Ansa)

Show di Maurizio Sarri nella conferenza stampa prima della partita tra Juventus e Udinese che potrebbe consegnarli il primo scudetto della sua carriera.

Prima di tutto, Sarri si è lasciato andare ad una grattatina scaramantica quando il giornalista gli ha nominato la parola ‘scudetto’, poi ha fornito una spiegazione alla sua maniera…

“Mi chiedi perché vengo criticato nonostante le vittorie? Forse sto sui c… a qualcuno, non trovo un’altra spiegazione”.

Poi il tecnico della Juventus ha continuato dicendo: 

“Non so perché continuo ad essere criticato. Ma mi interessa relativamente delle opinioni dei giornalisti, io penso di saperne di più in materia: so tutte le difficoltà che dobbiamo affrontare, ho tutti i dati per saperne di più per esprimere un’opinione.

Io faccio sport, nello sport la parola ‘vicino’ significa niente: quando vai vicino al gol, non lo hai fatto. Ci mancano quattro punti, sarà faticoso e dobbiamo avere la testa sulle singole partite. Pensiamo solo all’Udinese, poi alla Sampdoria, poi stop. Dobbiamo restare concentrati, essere vicino non vuol dire niente.

La difficoltà nella convivenza tra Dybala e Ronaldo, due giocatori di così alto livello, faccio fatica a vederla. In alcuni momenti della partita può succedere che non copriamo bene l’area di rigore, ma è tutto compensato dalla forza individuale dei due giocatori che in coppia in questa stagione hanno fatto 51 gol.

Con Cristiano ci ho parlato 10 minuti fa e mi ha detto che si sente benissimo, è un campione nella testa e con motivazioni così forti riesce a superare tutto” (fonte Ansa, video YouTube).