Ecco come giocherà la Juventus di Maurizio Sarri. Obiettivi Koulibaly e Hysaj

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 16 Giugno 2019 17:20 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2019 17:20
Sarri-Juventus, come giocherà: Koulibaly Hysaj

Ecco come giocherà la Juventus di Maurizio Sarri. Obiettivi Koulibaly e Hysaj (foto dal sito della Juve)

TORINO – Il “Sarrismo” sbarca a Torino.  Per l’ex allenatore del Napoli la vittoria non è l’unica cosa che conta (per citare un noto slogan bianconero). Per Sarri le vittorie hanno valore solamente se meritate e solamente se frutto di un gioco spumeggiante. La sua idea è riassumibile in questa frase: “Nessuno si ricorda chi ha vinto i Mondiali negli anni settanta, tutti si ricordano dell’Olanda perché ha riscritto la storia del calcio con il suo gioco totale”.

E Sarri è stato preso proprio per questo. Per portare il bel gioco a Torino. Secondo i dirigenti bianconeri, per trionfare in Europa non basta un calcio prudente come quello di Allegri, improntato al risultato e non all’estetica, ma serve un gioco spumeggiante e dominante. 

Sarri porterà a Torino il modulo tattico che lo ha messo in evidenza sia nel Napoli che nel Chelsea, dove ha vinto un’Europa League. I suoi bianconeri dovrebbero scendere in campo con il 4-3-3. L’ex allenatore del Chelsea ha chiesto solamente due calciatori dalla sua vecchia squadra: Kalidou Koulibaly e Hysaj. 

Il centrale è considerato incedibile da De Laurentiis che è pronto a rinunciare ad una montagna di soldi pur di non darlo al suo vecchio allenatore. E’ diverso il discorso per Hysaj che è da tempo in uscita dalla società campana. Al posto di Koulibaly, potrebbe arrivare Kostas Manolas. Questo perché Sarri vuole almeno quattro difensori centrali di livello.  

Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci sono intoccabili, Rugani gode della stima dell’ex allenatore del Napoli, che lo voleva anche ai tempi del Chelsea, e Manolas potrebbe essere una ottima alternativa all’incedibile Koulibaly. 

Andiamo ad ipotizzare la Juventus di Sarri. Partiamo dal portiere. Szczesny è intoccabile. a Sarri è sempre piaciuto perché è fortissimo tra i pali e molto bravo nel gioco con i piedi (cosa fondamentale per l’ex allenatore del Napoli). 

Difesa a quattro con Spinazzola, Alex Sandro o un nuovo acquisto a sinistra (si parla di Emerson Palmieri…), Chiellini e Bonucci al centro della difesa, e Hysaj (o un altro nuovo acquisto a destra). 

Centrocampo a tre con Miralem Pjanic alla Jorginho, Emre Can alla Allan e Bentancur alla Hamsik. In attacco, si sfrega le mani Cristiano Ronaldo. I centravanti delle squadre di Sarri hanno segnato sempre tanto ed il portoghese è pronto a salire sul suo ottovolante. Ai suoi lati potrebbero giocare Paulo Dybala e Federico Bernardeschi due calciatori molto simili ai suoi Insigne e Callejon ai tempi del Napoli.