Sarri: “Napoli? Tornerei ad allenarlo. De Laurentiis? Voglio bene al figlio Eduardo…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Settembre 2018 17:31 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2018 17:32
Sarri: "Napoli? Tornerei ad allenarlo. De Laurentiis? Voglio bene al figlio Eduardo..."

Sarri: “Napoli? Tornerei ad allenarlo. De Laurentiis? Voglio bene al figlio Eduardo…” (Ansa)

LONDRA (INGHILTERRA) – “Napoli è una città straordinaria, merita di vincere lo scudetto. Io da tifoso del Napoli sono contento che sia Carlo ora a fare l’allenatore perché non solo ha vinto ovunque è stato, ma si è fatto voler sempre bene da tutti”.

Il tecnico del Chelsea Maurizio Sarri si apre così in una lunga intervista al Mattino, in cui racconta del suo rapporto con Napoli e della chiusura della sua avventura dopo tre anni in azzurro. Un’avventura che potrebbe riproporsi in futuro: “Può essere l’obiettivo concludere la carriera al Napoli. Ma prima voglio rimanere al Chelsea, in questo splendido club, ancora per tantissimo tempo”, ha detto Sarri che era ancora tecnico del Napoli quando seppe dell’arrivo di Ancelotti: “Ero a cena con Pompilio – ha detto – il collaboratore di Giuntoli, con cui stavo discutendo proprio se restare o no.

Abbiamo acceso la tv e abbiamo visto l’ingresso alla Filmauro di Ancelotti. Perché sono andato via? Ancora non lo so. Bisogna chiederlo alla società. Ma ora ho il Chelsea, e sono felice. C’erano dei motivi per cui volevo rimanere al Napoli e c’erano dei motivi per cui avevo delle perplessità. Il contratto che ha voluto il presidente prevedeva una clausola rescissoria con scadenza 31 maggio e invece il 21 maggio hanno fatto il contratto ad Ancelotti”.

“A De Laurentiis – spiega – sono grato perché mi ha fatto allenare la squadra che ho nel cuore, se sono al Chelsea è perché ho allenato il Napoli. Per il resto il De Laurentiis a cui voglio bene è sicuramente il figlio Eduardo”. Sarri parla anche dell’addio di Higuain: “Non è vero che ha tradito Napoli, ha voluto lasciare perché il presidente del Napoli era De Laurentiis”.