Savona denuncia ex allenatore Ninni Corda: “Istigò giocatori a perdere vs Spal”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 settembre 2014 18:34 | Ultimo aggiornamento: 22 settembre 2014 18:34
Savona denuncia ex allenatore Ninni Corda: "Istigò giocatori a perdere vs Spal"

Ninni Corda (foto Facebook)

SAVONA – Ninni Corda denunciato dal Savona perché accusato di aver istigato a perdere la squadra che allenava. La società ha denunciato alla procura federale l’ex allenatore accusandolo di aver istigato i giocatori a perdere la partita contro la Spal, gara invece vinta (6 settembre), per spingere la società ad esonerare il tecnico Arturo Di Napoli che lo ha sostituito in estate sulla panchina dei biancoblù e a richiamarlo.

La storia rivelata dalla Gazzetta dello sport ha mandato su tutte le furie il tecnico:

“Mai mi sarei sognato di fare una cosa del genere. E’ una vendetta contro di me. Sono già pronte le denunce penali per calunnia e diffamazione e al giudice federale perché questa accusa è di una gravità inaudita”, dice Corda che ha guidato il Savona per tre stagioni, ottenendo una salvezza, una promozione in Prima Divisione e la semifinale play off nella passata stagione.

Secondo la società, Corda avrebbe invitato a cena alcuni giocatori a lui legati, ma questi avrebbero raccontato tutto al club. “Ho avuto un incontro con i calciatori del Savona una ventina di giorni fa – conferma Corda – ma per conto del presidente Delle Piane. Abbiamo parlato della questione relativa ai premi della scorsa stagione. Smentisco invece che durante l’incontro si sia fatto riferimento a qualche partita del Savona e in particolare contro la Spal che peraltro il Savona ha vinto”.

Corda, che al momento non ha panchina, aveva incontrato in quella occasione anche alcuni ex giocatori del Savona come Aresti, Altobello, Sarao e Virdis. “La storia é andata diversamente. I miei ex calciatori, dopo quell’incontro, probabilmente hanno ricevuto pressioni per denunciarmi – dice Corda – Una volta che ho appreso tutto ciò, ho subito incontrato il mio legale per presentare denuncia. Inoltre preciso che a luglio ho rinunciato a due anni di contratto. Onestamente non ho alcun interesse a tornare a Savona. Anzi, posso confermare di aver ricevuto offerte da altre squadre”.