Sci, Stefano Gross sfiora altro miracolo. A Schladming è secondo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Gennaio 2015 22:46 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2015 22:46
Sci, Stefano Gross sfiora altro miracolo. A Schladming è secondo

Sci, Stefano Gross sfiora altro miracolo. A Schladming è secondo

SCHLADMING (AUSTRIA) – Una rimonta che si ferma a un soffio dal gradino più alto del podio.  ”E adesso ci proverò ai Mondiali in America: darò il massimo. Ma intanto sono arcifelice per questo altro secondo posto proprio qui a Schladming, la mia pista preferita”: parola di Stefano Gross, il nuovo astro azzurro dello slalom speciale.

Il trentino, che era 8/o dopo la prima manche, con un eccellente 2/o posto in 1.47.83 nella bolgia dello slalom notturno di Schladming, ha conquistato il terzo podio stagionale dopo la vittoria di Adelboden e la piazza d’onore di Wengen.

Proprio a Schladming del resto Gross conquistò il primo podio della sua carriera con un 2/o nel 2012.

Stefano – con una precisione ed una aggressività che raramente si vedono in pista – sta vivendo uno stato di grazia ( ”ho lavorato tantissimo per arrivare a questo livello. Ora i risultati si vedono” ) ed ha dovuto inchinarsi solo davanti al russo Alexander Khoroshilov che ha vinto in 1.46.39. Terzo il tedesco Felix Neureuther in 1.47.90.

Con Khoroshilov – 30 anni, padre di famiglia e da un decennio nel circo bianco – e’ la prima vittoria russa nello sci alpino. Prima di lui solo vittorie sovietiche: l’ultima nel lontano 1981 con Alexander Zhirov nello speciale alle Finali svizzere di Laax. Il russo – era stato terzo ad Aare poche settimane fa – ha dominato entrambe le manche. Si è trovato benissimo nella bolgia della pista Planai e soprattutto sotto la terribile nevicata della prima manche. Ma forse ha anche sfruttato il fattore campo perche’ vive in Austria, non lontano da Schladming, e si allena spesso su queste piste. Per l’Italia c’e’ poi un sempre piu’ bravo Giuliano Razzoli che, per un errorino a due porte dal traguardo, ha chiuso in 6/o 1.48.42 . Piu’ indietro sono finiti Patrick Thaler 13/o in 1.49.00 e Manfred Moelgg 23/o in 1.50.09. Ma i grandi sconfitti della giornata sono i padroni di casa: Marcel Hirscher, il migliore della sua squadra e leader della coppa, e’ finito solo 14/o. Ora la coppa del mondo si ferma e si va ai Mondiali di Vail/Beaver Creek. La prima gara sara’ il supergigante donne di martedi’ 3 febbraio.