Scontri tra ultras di Pisa e Viterbese: uno dei laziali era sottoposto a Daspo

Pubblicato il 5 agosto 2010 14:48 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2010 14:56
pisa_tifosi_parma

Tifosi del Pisa in trasferta

Era sottoposto a Daspo uno dei 20 ultrà della Viterbese Calcio fermati a Montepulciano (Siena), per i violenti scontri avvenuti all’esterno dello stadio di Acquaviva, dove era in corso un triangolare tra le squadre del Pisa, la Viterbese e Hinterreggio, tutte militanti nel campionato di Serie D.

Il giovane, secondo quanto si è appreso, apparterebbe al gruppo ultrà “Questione di stile”, in passato protagonista di altri episodi di violenza. Allo stesso gruppo apparterebbero la maggior parte dei fermati, richiusi nelle carceri di Orvieto, Siena e Firenze.

Domani mattina alle 9 i venti ultras compariranno davanti al Gip del tribunale di Montepulciano per l’udienza di convalida. I dieci giovani viterbesi rimasti contusi o feriti negli scontri, ad alcuni dei quali sono stati sequestrati coltelli e mazze da baseball, hanno riportato lesioni giudicate guaribili in pochi giorni.